Retrocede la Samp, Bologna Parma e Cesena salve


DOMENICA 15 MAG 2011 – Ci voleva il doppio harakiri della Sampdoria per blindare la triplice salvezza contemporanea delle emiliane di Serie A: dopo aver perso il derby col Genoa domenica scorsa, la Samp ha perso anche in casa con il Palermo (1-2, con reti di Miccoli, Biabiany e Pinilla) e ha detto addio alla Serie A. Troppi i 5 punti di distacco da recuperare al Lecce quart’ultimo, con una sola partita da giocare.Possono dunque tirare un sospiro di sollievo Parma, Cesena e Bologna. Le prime due, però, la salvezza oggi se la sono guadagnata sul campo, battendo rispettivamente la Juventus (1-0 con gol dell’ex Giovinco) e il Brescia (1-0 con gol di Giaccherini). Il Bologna invece si bacia i gomiti, perché è riuscito a portare a casa la salvezza nonostante un terrificante ruolino di marcia negli ultimi due mesi, che recita solo 3 punti in 8 partite. Nel match di oggi i rossoblù hanno strappato un pareggio alla Fiorentina dell’ex Mihajlovic (1-1, con reti di Cerci e Ramirez). A onor di cronaca, il Bologna (che deve ancora giocare in casa con la più debole di tutte, il Bari) di punti ne avrebbe fatti 45, se non fosse per la penalizzazione, e si troverebbe oggi 12°, a pari-punti proprio col Parma, invece di essere sedicesimo, solo pochi passettini oltre il baratro.L’impresa più incredibile è comunque quella del Cesena: i romagnoli, dati praticamente per spacciati non più di un mese fa, hanno infilato 4 vittorie in 5 partite, e oggi a quota 43 festeggiano una salvezza su cui pochissimi a inizio anno avrebbero scommesso. Merito della società, che anche nei momenti difficili ha saputo far quadrato. Merito di Ficcadenti, che ha costruito un gruppo solido e organizzato. E merito soprattutto dei giocatori, tre su tutti: Parolo, Giaccherini e Jimenez.LA LOTTA PER LA SALVEZZA (in grassetto le squadre retrocesse)46 Catania45 Parma44 Cagliari43 Chievo43 Cesena42 Bologna (-3pt) 41 Lecce36 Sampdoria31 Brescia21 Bari

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet