Restano in carcere i vertici della Cassa di Risparmio di San Marino


in collaborazione con Teleromagna17 AGO 2009 – Il tribunale del riesame di Bologna ha respinto le richieste di revoca degli arresti domiciliari per i vertici della Cassa di risparmio di San Marino, arrestati a maggio nell’inchiesta della procura di Forlì, chiamata ‘Re nero’, sul riciclaggio tra Italia e il Titano. Gli indagati quindi resteranno ai domiciliari. Si tratta di Gilberto Ghiotti, ex presidente dell’istituto bancario; Luca Simoni, ex direttore della banca; Mario Fantini, ex amministratore delegato; Gianluca Ghini, ex direttore della Carifin e Paola Stanzani, ex vicepresidente del gruppo italiano Delta. I giudici si sono riservati di presentare la motivazione, rinviata a settembre.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet