Renner Italia cresce


Da quando è nata come start up, nel 2004, la Renner Italia ha portato le sue vernici per legno da Minerbio, nel Bolognese, a 60 paesi sparsi in 4 continenti. Nel 2015 ha assunto 17 persone arrivando così a 250 dipendenti, che da una settimana possono contare su un nuovo contatto integrativo. L’accordo raggiunto con la Rsu prevede uno premio che nel prossimo triennio può arrivare a 10.050 euro e introduce la certezza di uno stipendio in più. Altri 600 euro lordi arriveranno con il raggiungimento di alcuni traguardi sul fronte del risparmio energetico e della sicurezza come il piano 5S del miglioramento continuo, la protezione individuale e il gocidmeto delle ferie. E poi c’è il welfare, con un bonus di 500 euro netti per beni e servizi. Renner Italia ha un costo del lavoro per i dipendenti di 6000 euro all’anno in più rispetto a concorrenti, ma il fatturato pro capite superiore di 100 mila euro. Complessivamente è di quasi 90 milioni. E anche chi lavora nello stabilimento di Minerbio si dice soddisfatto.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet