Regione: una splendida quarantenne


BOLOGNA, 13 LUG. 2010 – Di nuovo a palazzo Malvezzi, esattamente 40 anni dopo. Presidenti, assessori e consiglieri regionali di oggi e del passato si sono ritrovati stamattina nell’attuale sede della Provincia di Bologna, che il 13 luglio 1970 ospitò la prima riunione dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna.L’anniversario è stato celebrato con una seduta straordinaria aperta dall’attuale presidente del Consiglio regionale, Matteo Richetti. "In questi 40 anni – ha detto – la Regione ha rispettato l’innato sentimento federalista dell’Emilia-Romagna" e ha invitato le forze politiche al dialogo per affrontare i problemi del territorio. Il primo presidente Guido Fanti, invece, ha ricordato con molta emozione l’atmosfera politica e sociale in cui le Regioni sono nate e sono cresciute. Dopo i capigruppo, il cardinale Carlo Caffarra e il prefetto di Bologna Angelo Tranfaglia, ha preso infine la parola il governatore in carica Vasco Errani, che ha celebrato il lavoro di chi lo ha preceduto. Inevitabile, nel suo discorso, un riferimento all’attualità con la questione della manovra economica, appena approdata al Senato. Domani, infatti, Errani presiederà la Conferenza delle Regioni per chiedere modifiche al testo.Oggi però, bisogna festeggiare. E Richetti ed Errani lo hanno fatto presentando alla stampa lanostrastoria.regione.emilia-romagna.it, il sito web predisposto in occasione dei 40 anni. Un nuovo portale, ricco di immagini e video, che mette insieme fatti, dati, statistiche e nomi. Per scoprire, anche nei dettagli, il lavoro e l’opera di uomini e donne, amministratori e macchina organizzativa, che con l’avvento, nel 1970, di questa istituzione hanno dato volto e sostanza, mandato dopo mandato, a un territorio che è considerato all’avanguardia in Europa.Per l’occasione è stata anche distribuita la versione aggiornata di "Il Filo di Arianna – 40 anni di Regione", che ripercorre la memoria storica dell’attività istituzionale della nostra Regione e degli organi regionali succedutisi dalla prima alla nona legislatura, quella eletta pochi mesi fa. 

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet