Regione, altri 7 milioni per il turismo


Sette milioni di euro per la riqualificazione di imprese turistiche e commerciali, compresi gli stabilimenti balneari dell’Emilia-Romagna. La giunta regionale ha approvato un bando per il sostegno a “progetti innovativi nel campo delle tecnologie energetico-ambientali volti al risparmio energetico e all’utilizzo delle fonti rinnovabili”, attingendo da risorse del Programma operativo regionale Por-Fesr 2007-2013.

“Si tratta di un bando importante – sottolinea l’assessore regionale a Turismo e Commercio Maurizio Melucci- che nasce dall’attenzione che la Regione, da sempre, ha profuso nei confronti del turismo e del commercio. Con questo bando si unisce l”esigenza di riqualificazione del comparto agli obiettivi di riduzione dei consumi energetici e di incremento delle fonti rinnovabili”.

L’assessore ricorda che in due anni, dal 2012 ad oggi, la Regione ha investito nei settori del turismo e del commercio 16 milioni di euro per l’innovazione e la riqualificazione delle imprese. “Se analoghe politiche di incentivi si fossero messe in campo anche a livello nazionale sicuramente oggi potremmo contare su un sistema turistico più competitivo. Mi auguro che il Governo intervenga nei prossimi mesi in questa direzione”, precisa Melucci in una nota.

Le risorse regionali serviranno a cofinanziare interventi nelle singole piccole e medie imprese finalizzati a promuovere il risparmio energetico, l’uso efficiente dell’energia e la valorizzazione delle fonti rinnovabili. Per quanto riguarda il turismo, le imprese che possono partecipare sono strutture ricettive alberghiere o all”aria aperta, case per ferie, ostelli, rifugi alpini, affitta-camere, case appartamento vacanza, stabilimenti balneari.

Per il commercio, il bando è rivolto a imprese all’ingrosso o al dettaglio, di somministrazione al pubblico di bevande e alimenti. Si tratta di un bando valutativo a sportello, ossia per il cofinanziamento vale la data di presentazione della domanda. Non saranno ammessi interventi che comportano una spesa inferiore a 20.000 euro, il massimo contributo concedibile è pari a 150.000 euro. La percentuale di cofinanziamento va dal 30% al 40% a seconda del punteggio acquisito in base agli obiettivi di risparmio energetico dei singoli interventi. Le domande possono essere presentate dal 5 maggio al 15 luglio prossimi.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet