Reggio, le imprese alla ricerca di laureati e diplomati


REGGIO EMILIA, 18 AGO. 2011 – A beneficiare di più della metà delle assunzioni previste nel 2011 dalle imprese reggiane saranno i neolaureati e i neodiplomati.  Per loro sono stati messi a disposizione a disposizione 3.780 nuovi posti di lavoro su un totale di 6.920, 350 in più dell’anno scorso. Sempre più aperte quindi le porte del sistema produttivo della provincia a giovani con un livello di studio medio-alto, in particolare dottori, la cui richiesta per l’anno in corso raggiunge le 860 unità. E’ quanto emerge dalla quattordicesima indagine Excelsior sulle previsioni occupazionali formulate dalle aziende svolta dall’Ufficio Studi della Camera di Commercio per conto di Unioncamere, in accordo con il Ministero del Lavoro. "Gli indirizzi di studio richiesti dagli imprenditori reggiani rispecchiano la complessità e la diversificazione del tessuto economico della nostra provincia, prevalentemente manifatturiero ma rivolto anche al terziario, alla valorizzazione del territorio e all’assistenza – sottolinea Enrico Bini, presidente della Camera di Commercio – L’esigenza di assumere personale con una maggiore qualificazione è da leggere positivamente: le 350 richieste in più rispetto allo scorso anno attestano, tra l’altro, il mantenimento dell’elevato tasso di innovazione del nostro sistema produttivo. Molte figure ricercate dagli imprenditori risultano di difficile reperimento perché numericamente scarse, mentre il mercato del lavoro richiede personale con alle spalle uno specifico percorso formativo altamente professionalizzante".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet