Reggio Emilia, studente modello si suicida a dodici anni


REGGIO EMILIA, 14 GEN. 2010 – Ha lasciato un biglietto scusandosi del suo scarso rendimento scolastico. Poi è salito al quarto piano del condominio in cui abitava e si è lanciato nel vuoto. E’ la tragica sorte di un ragazzino di dodici anni originario della Cina. E’ successo a Reggio Emilia, in via Caravaggio. Inutili i soccorsi dei sanitari del 118, che al loro arrivo hanno potuto solo constatare il decesso. La madre, colta da malore, in serata è stata portata al pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria Nuova. Il pm Katia Marino ha aperto un fascicolo per ricostruire le ultime ore del ragazzino. Il dodicenne, che era rimasto solo in casa, ha lasciato un biglietto ai genitori in cui – a quanto riferiscono quotidiani locali – si scusava con loro per il proprio rendimento scolastico. Secondo quanto hanno ricostruito i militari, invece, a scuola il dodicenne non aveva problemi; ultimamente il suo rendimento era sceso appena sotto la sua media, e questo era forse diventato per lui un problema insormontabile. Durante le vacanze di fine anno il ragazzino era tornato nel paese d’origine con i genitori, poi aveva ripreso regolarmente le lezioni. Uno studente tredicenne della stessa scuola media, ricorda la Gazzetta di Reggio, quattro anni fa si era tolto la vita impiccandosi nella propria abitazione.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet