Reggio Emilia punta al Canada


Dopo il calo dei flussi registrato nel 2014 (-6,8%), la Camera di Commercio punta al rilancio delle esportazioni reggiane in Canada (93 milioni di euro), investendo su uno dei settori di punta del “made in Reggio” nel mondo: l’abbigliamento. Le imprese del comparto, dunque, in vista dell’incontro d’affari previsto nel prossimo autunno, entro il 4 agosto dovranno inviare la mail con la richiesta di adesione all’indirizzo promozione@re.camcom.it, ricordando che saranno ammesse le prime 20 aziende che segnaleranno il proprio interesse. Il 30 settembre e il 1° ottobre, poi, un gruppo di operatori commerciali canadesi sarà nella nostra città in cerca di capi d’abbigliamento per donna e uomo. L’incontro con le aziende reggiane si terrà in occasione delle sfilate milanesi per la primavera-estate 2016 e in concomitanza con Expo 2015. I buyer canadesi giungeranno dunque direttamente dalle sfilate milanesi per incontrare le imprese locali, che per due giorni potranno proporre la qualità dei loro marchi e prodotti. Le ragioni della scelta del Canada – spiega la Camera di Commercio – si legano al fatto che il “Made in Italy” in questo paese è in forte crescita e che, l’Italia è il sesto partner commerciale ed unico paese europeo tra i primi dieci esportatori di abbigliamento in Canada. I prodotti di maggiore interesse sono i capi di abbigliamento donna ed uomo e, in particolare, maglieria, abbigliamento ufficio, completi, casual chic, anche in private label. Alle imprese partecipanti, nella prima giornata sarà assegnata una postazione esclusiva dove potranno ricevere gli operatori, accompagnati da un interprete italiano/inglese o italiano/francese. Le imprese dell’abbigliamento reggiano (che complessivamente esportano in Canada capi per 3,3 milioni di euro) potranno presentare materiale illustrativo e capi campione. Nella seconda giornata, poi, saranno organizzate visite presso le sedi aziendali.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet