RE MI 26/3/2012 K Finance alla Star Conference 2012 di Borsa Italiana


REGGIO EMILIA MILANO 26 MARZO Le due ricerche “Analisi dell’attrattività dei settori” e “Rapporto sull’Industria 2012”, che K Finance presenta alla Star Conference 2012 martedì 27 e mercoledì 28 marzo, forniscono uno spaccato interessante dell’industria italiana in questi anni difficili.Come “navigano” le aziende nella grande crisi che stiamo vivendo? Dalle analisi condotte da K Finance emerge un quadro in chiaroscuro. Nella prima ondata della crisi (quella iniziata a fine 2008) le aziende legate ai consumi individuali hanno retto bene mentre nella seconda ondata, iniziata nell’autunno del 2011, sembrano resistere meglio le aziende del B2B, in particolare quelle fortemente legate all’esportazione.K Finance partecipa fin dalla prima edizione all’evento organizzato da Borsa Italiana per offrire agli analisti e agli investitori italiani e internazionali l’opportunità di fare il punto sui risultati raggiunti e sulle prospettive future delle società che rappresentano l’eccellenza del tessuto imprenditoriale italiano.Sarà l’occasione per un confronto diretto con il mercato partendo dai dati elaborati da K Finance con il “Rapporto sull’Industria 2012”, disponibile in versione integrale sul sito www.kfinance.com. Il Rapporto evidenzia, analizzando i bilanci 2005-2010, un lieve miglioramento delle condizioni finanziarie dell’industria italiana, dopo la crisi del 2008-2009. La dimensione aziendale è uno dei principali fattori discriminanti nella differenziazione delle performance finanziarie. La solidità finanziaria delle aziende aumenta all’aumentare dei ricavi. Le aziende mediamente solide sono quelle con fatturato superiore ai 50 milioni di Euro. “Date le difficoltà di crescita per linee interne, le aziende più dinamiche si devono concentrare sulla crescita per linee esterne attraverso acquisizioni e aggregazioni”, commenta Filippo Guicciardi, Amministratore Delegato di K Finance.K Finance, in collaborazione con Borsa Italiana di cui è partner tecnico, ha appena completato la ricerca “Analisi dell’attrattività dei settori”, disponibile anch’essa in versione integrale sul sito www.kfinance.com.La ricerca stila un ranking dell’attrattività dei settori industriali, classificati in base alla crescita, redditività e indebitamento. Il settore più attraente per gli investitori finanziari risulta essere “Viaggi e tempo libero”.“Allo scoppiare della crisi gli italiani hanno preferito contenere le spese per l’abbigliamento e anche per l’alimentare, ma non hanno rinunciato alle vacanze e ai giochi” sottolinea Guicciardi.K Finance sarà presente con un proprio stand alla Star Conference 2012 che si svolge nella sede storica di Borsa Italiana – Palazzo Mezzanotte – Piazza degli Affari 6 dal 27 al 28 marzo 2012.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet