La cooperazione argentina incontra Legacoop Reggio Emilia e Coopselios


reggio emilia 9 maggio “Ci sono stretti legami tra la cooperazione emiliano-romagnola e la cooperazione argentina” ha ricordato la presidente di Legacoop Reggio Emilia Simona Caselli accogliendo ieri nella nostra città Raùl Colombetti, uno dei leader più prestigiosi della cooperazione argentina. Colombetti è presidente del Gruppo Sancoor Cooperativa de Seguros, la più importante impresa cooperativa di assicurazioni in Argentina, e secondo gruppo assicurativo del paese. E’ anche presidente della Casa Cooperativa de Provision, una sorta di Legacoop, di Sunchales, la cittadina della Provincia di Santa Fe che è la capitale della cooperazione argentina. Colombetti, accompagnato da Enso Olocco, responsabile delle Relazioni Pubbliche del Gruppo Sancor, è in Emilia-Romagna per una serie di incontri con le strutture e le cooperative di Legacoop. A Reggio Emilia, in mattinata, ha visitato il nido intercooperativo Aguas Claras presso la sede di Unieco in via Meuccio Ruini, accompagnato dagli operatori di Coopselios, che gestisce il nido, e dal presidente della cooperativa Guido Saccardi.La cooperazione di Sunchales, e quella argentina in generale, sono molto interessata allo sviluppo della cooperazione sociale anche nel paese sudamericano. Proprio Saccardi è stato recentemente a Sunchales per aprire forme di collaborazione nel campo dell’assistenza agli anziani tra le due realtà. Raul Colombetti ha infatti visitato con Saccardi anche la Residenza Protetta gestita da Coopselios a Montechiarugolo.I cooperatori argentini hanno poi incontrato nella sede di Reggio Children la presidente Carlina Rinaldi e l’assessore all’Educazione del Comune di Reggio Emilia Iuna Sassi, che hanno illustrato la storia, l’attività e le ricerche di Reggio Children, sottolineando come il “Reggio approach” sia studiato con grandissimo interesse in tanti paesi del Mondo.Raùl Colombetti ha poi fatto visita alla nuova sede del Ccfs a prato fontana, ed è stato ricevuto dalla presidente di Legacoop Reggio Emilia Simona Caselli: insieme hanno affrontato la possibilità di avviare ulteriori forme di collaborazione tra la cooperazione di Sunchales e quella reggiana. Va ricordato che una importante forma di collaborazione è già stata avviata da tempo attraverso il progetto Bellacoopia, che promuove la cooperazione tra gli studenti. Due giovani reggiani, Federico Carretti e Pietro Bertolini, nel 2010 hanno trascorso assieme ad altri studenti emiliano-romagnoli 15 giorni a Sunchales, che è all’avanguardia in Argentina nel campo delle “cooperative scolastiche”, una particolare forma di cooperativa, riconosciuta dalla legge, i cui soci sono gli studenti delle scuole superiori. Nel corso della visita reggiana Colombetti e Olocco hanno ritrovato in un simpatico incontro i due studenti reggiani, il cui ricordo del soggiorno argentino è ancora vivo.Simona Caselli ha illustrato a Colombetti le caratteristiche e la diffusione della cooperazione reggiana. L’incontro è stato una sorta di gemellaggio tra Sunchales, capitale riconosciuta della cooperazione argentina e Reggio Emilia, la “provincia cooperativa” per eccellenza come ebbe a definirla Alberto Basevi, il grande studioso della cooperazione italiana. La visita della delegazione argentina si è conclusa nella sede di Legacoop, alla presenza del presidente regionale Paolo Cattabiani.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet