CREDEM PRIVATE BANKING: INVESTIRE IN TEMPO DI CRISI


reggio emilia 9 novembre Crisi dei debiti sovrani, bassa crescita dell’economia e timori di inflazione: sono questi alcuni fra i principali temi che saranno affrontati nei giorni scorsi nel corso della tavola rotonda che la divisione private banking Credem, guidata da Giancarlo Caroli, ha organizzato presso il Circolo Equitazione Reggio Emilia (Cere) con cinque esperti di gestione di patrimoni.Nel corso del dibattito sono stati analizzati rischi e opportunità del mercato dei titoli di stato europei e il ruolo dell’inflazione nelle prospettive di crescita dei paesi sviluppati, oltre ad opportunità e timing di investimento nei mercati azionari e dell’oro.All’incontro hanno partecipato Andrea Delitala, responsabile investment advisory di Pictet Funds, Carlo Benetti, responsabile institutional business di Swiss & Global Am (Italia) Sgr, Paolo De Rogatis, responsabile investimenti private di Banca Euromobiliare, Ciro Vuolo, responsabile financial advisory di Credem e, in veste di moderatore, Gianmarco Zanetti, coordinatoredell’area investment center di Credem.“In questi contesti di mercato la principale fonte di preoccupazione del risparmiatore deriva dalla stabilità dei rendimenti e dalla ricerca di una protezione del proprio patrimonio”, ha dichiarato Giancarlo Caroli, responsabile private banking di Credem. “Abbiamo perciò volutodare l’occasione ai partecipanti”, ha proseguito Caroli, “di confrontarsi con esperti e analisti su questi e altri temi, e su come costruire e preservare il portafoglio in un contesto turbolento come quello attuale poiché il cammino verso la normalizzazione dei mercati non è ancora concluso”.A Reggio Emilia e provincia il private banking Credem è disponibile in 16 filiali della banca con 26 private banker.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet