ANAS alla Rassegna Sunicola I SALUMI E LE CARNI DELLE RAZZE SUINE AUTOCTONE ITALIANE


reggio emilia 8 apirle Le razze autoctone italiane costituiscono un patrimonio unico sotto il profilo storico, culturale, sociale, economico e biologico del nostro Paese e sono il frutto della lunga azione dell’ambiente e dell’opera dell’uomo. Queste razze sono sopravvissute alle vicende che hanno modificato la struttura delle nostre campagne negli ultimi 150 anni. Il loro allevamento è spesso praticato in aree marginali dell’appennino e delle isole, dove grazie alle doti di rusticità e di frugalità riescono ad utilizzare le risorse trofiche disponibili. Le particolari caratteristiche genetiche e di allevamento concorrono a rendere preziose le carni ed i salumi ottenuti da questi suini. L’ANAS è attivamente impegnata per la loro salvaguardia, nel rispetto delle azioni volte al sostegno della biodiversità e gestisce, con il concorso degli allevatori e delle Associazioni Provinciali e Regionali degli stessi (APA e ARA), il Registro anagrafico il cui ruolo è quello di custodire le razze autoctone mantenendo la loro variabilità genetica e promuovendone la valorizzazione economica. L’ANAS ha per queste ragioni predisposto dei servizi informativi avanzati, disponibili sul sito www.anas.it alla voce Registro anagrafico e, al fine di assicurare visibilità agli allevatori che vendono direttamente carni e salumi, ha anche reso disponibile un apposito spazio sul sito. Il portale consente di effettuare ricerche per razza e regione.In questa cornice di tutela della biodiversità e di valorizzazione delle produzioni di importanza storica del nostro Paese, si inserisce la degustazione “100% Italiano – Razze autoctone” in programma sabato 16 aprile nello stand ANAS della Rassegna Suinicola Internazionale di Reggio Emilia.Nell’occasione saranno presentati e degustati salumi e piatti preparati con le carni suine delle sei razze conservate in Italia: la Cinta Senese, la Mora Romagnola, la Casertana, la Apulo-Calabrese, il Nero Siciliano e la Sarda.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet