LATUAIDEADIMPRESA® EDIZIONE 2013: REGGIO EMILIA PROTAGONISTA DELLA GARA NAZIONALE


REGGIO EMILIA 8 FEBBRAIO Oltre un centinaio di ragazzi sono stati i protagonisti della giornata di riprese che Unindustria Reggio Emilia ha riservato ai progetti in gara per latuaideadimpresa®.Giovedì 7 febbraio, infatti, si sono dati appuntamento nel quartier generale della Territoriale emiliana gli studenti degli 8 Istituti che rappresentano la provincia alla gara nazionale che, per il terzo anno consecutivo, premierà la migliore idea imprenditoriale interamente studiata dai ragazzi delle scuole superiori. Dopo aver inviato i business plan, i ragazzi hanno scatenato la loro creatività per riassumere, in un video di massimo due minuti di durata, la loro idea d’impresa e raccogliere così il maggior numero possibile di voti nella fase prima provinciale e poi nazionale. latuaideadimpresa® è un progetto di SFC Sistemi Formativi Confindustria e del Gruppo Nazionale Giovani Imprenditori di Confindustria, realizzato in collaborazione con Confindustria e con il patrocinio del Ministero di Istruzione, Università e Ricerca. Il 7 febbraio gli oltre 100 ragazzi degli 8 istituti scolastici a copertura di tutta la provincia di Reggio Emilia hanno registrato gli videoprogetti in gara. Queste le adesioni: Istituto Zanelli, Istituto Scaruffi Levi, Istituto Ariosto Spallanzani, Istituto Re e Istituto Nobili di Reggio Emilia, Istituto Russell di Guastalla, Istituto Einaudi di Correggio e Istituto Cattaneo di Castelnovo ne’ Monti. «Con questo progetto vogliamo sostenere il dialogo con gli studenti reggiani e consolidare il ponte tra scuola e impresa. Soprattutto, vogliamo contribuire alla diffusione di valori quali responsabilità, competizione, merito, confronto, creatività, fondamentali per l’attività imprenditoriale» ha affermato Maria Licia Ferrarini, Vice Presidente Unindustria Reggio Emilia. «È una grande soddisfazione vedere quanti ragazzi hanno aderito con entusiasmo e serietà a questo progetto. Lavorando a stretto contatto con gli studenti abbiamo notato come la creazione dal nulla di un progetto imprenditoriale generi nei ragazzi stimoli in grado di scatenarne non solo l’ingegno, ma anche la passione e l’entusiasmo. Un entusiasmo che è nostro compito alimentare – ha concluso la Vice Presidente Ferrarini – se vogliamo difendere quel prezioso patrimonio consistente nella capacità diffusa sul territorio di fare impresa».Gli studenti raccontano con video e business plan pubblicati e poi votati online dagli imprenditori le loro idee, partecipando alla gara in due tempi: a fine maggio avranno luogo sia la premiazione delle tre migliori idee di ciascuna provincia sia la premiazione nazionale, con centinaia di imprenditori impegnati a scegliere e votare la migliore idea d’impresa d’Italia. Realizzato in collaborazione con partner come Cariparma e Carispezia, Umana, Noberasco e Istituto Nazionale dei Tributaristi, e con il supporto di LUISS Guido Carli e Luiss Summer School, il progetto latuaideadimpresa® utilizza le potenzialità offerte da tutti gli strumenti del web 2.0 e dei principali social network. Grazie a ciò, la piattaforma www.latuaideadimpresa.it è un ricco spazio web, aggiornato in tempo reale e continuamente integrato da video, foto, commenti, votazioni. Una vera e propria rete nazionale fra scuola e impresa, costruita sul dialogo fra studenti, insegnanti ed imprenditori, come evidenziano i 600.000 contatti generati nel 2012. In tutto, sono 18 le provincie italiane in gara con Reggio Emilia per l’edizione 2012 – 2013: Alessandria, Benevento, Bergamo, Bologna, Ferrara, Genova, La Spezia, Macerata, Monza e Brianza, Padova, Parma, Perugia, Trieste, Varese, Venezia, Verona e tutta la Sicilia, per un totale di 8000 ragazzi e oltre 600 docenti.Al di fuori della gara, moltissime le altre zone d’Italia protagoniste delle altre rubriche online, in particolare SCUOLA IN AZIONE (l’area social aperta al contributo diretto dei giovani e dei docenti di tutta Italia) e TGWEB.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet