re 7/$/2011 2010: RISULTATI IN CRESCITA PER DALTER ALIMENTARI.


reggio emilia 7 aprile Nel 2010 Dalter Alimentari conferma la sua politica d’espansione: con una crescita a valore del 13,6% rispetto al 2009 il fatturato si assesta a 27,8 milioni di Euro, aumenta il quantitativo di merce movimentata (3.117 tonnellate, +5,3%) e vengono siglate importanti partnership nel mercato alimentare italiano e straniero. Con il 60% di fatturato ottenuto all’estero, inoltre, l’azienda reggiana si afferma come impresa globale. Crescono, infine, gli investimenti in efficienza interna sul fronte sia delle risorse umane sia del processo produttivo.A fare da traino alla crescita di Dalter nel 2010 è stato l’export, grazie al mantenimento delle quote di mercato nei Paesi da tempo presidiati (Regno Unito, Francia, Germania), nel nord Europa (Svizzera, Danimarca) e ad una maggiore penetrazione in Spagna e Canada. Anche l’apertura verso nuovi mercati (Giappone e Cina) e verso economie emergenti, come il Brasile, ha favorito l’espansione dell’azienda.Vincenti sono state, inoltre, alcune scelte strategiche sposate dall’azienda. In particolare, il metodo consulenziale, l’elevata personalizzazione dell’offerta e la forte innovazione, tipiche di un approccio “Outside In”, hanno consentito a Dalter di siglare accordi con clienti di primaria importanza; da ultimo quello con una grande catena di ristorazione francese per la quale l’azienda reggiana ha creato ad hoc una bustina di scaglie di formaggio da abbinare ai suoi piatti pronti.Ancora: la diversificazione orizzontale ottenuta con la partnership siglata nel 2010 con Genius Food Ideas, azienda parmense che opera nel settore dei vegetali conservati, le ha permesso di diventare multibusiness. Si tratta di un passo saliente nella storia di Dalter Alimentari che negli oltre trent’anni d’attività è riuscita a diventare leader nel settore del confezionamento dei formaggi grattugiati e porzionati freschi; ora si appresta a rafforzare il proprio vantaggio competitivo ampliando il portfolio prodotti con la nuova linea di vegetali surgelati a marchio “Autentico”.Parlando di prodotto, la classe merceologica che nel 2010 ha registrato le migliori performances di vendita è stata la linea Sacco, particolarmente apprezzata dal target “industria alimentare”. La versione stand-up, le varie tipologie di formaggio e di taglio disponibili, il confezionamento in atmosfera protettiva, la varietà di grammature (da 500 g fino a 5 Kg) rendono, infatti, la linea Sacco il prodotto ideale per quei clienti che consumano grandi quantità di formaggio e lo utilizzano come ingrediente per piatti ricettati e preparazioni gastronomiche. Anche gli investimenti in efficienza interna hanno avuto un effetto positivo sull’andamento economico del 2010. In primo luogo, l’azienda ha agito sul processo produttivo attraverso l’ottimizzazione delle risorse, l’inserimento di nuovi layout produttivi e il miglioramento dei flussi logistici. Tale processo ha riguardato non solo la sede di Sant’Ilario d’Enza, ma anche il Caseificio di Canossa che è specializzato nella produzione dell’omonimo Parmigiano-Reggiano, formaggio particolarmente pregiato e per questo pluripremiato nel Regno Unito. Il Caseificio, di cui Dalter è proprietaria al 100%, infatti è stato oggetto di un importante rinnovamento del reparto produttivo che ha permesso d’incrementare la produttività del 60 per cento rispetto al 2009. L’introduzione della disciplina della flessibilità nel rapporto di lavoro col personale aziendale, inoltre, ha consentito di ottimizzare l’utilizzo della propria core competence.La politica improntata nel 2010 sta dando buoni frutti anche nel 2011. Il primo trimestre, infatti, conferma un trend positivo di crescita: fatturato +24,5% e volumi + 13,5% rispetto ai primi 3 mesi del 2010.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet