COOPSERVICE A ECOMONDO 2012: SERVIZI GLOBALI SEMPRE PIU’ GREEN


reggio emilia 7 novembre Una linea di servizi ecologici, dotati di certificazione internazionale, messi a punto da Coopservice, che variano dallo smaltimento dei rifiuti speciali, alle consulenze tecniche e normative fino alla riduzione del consumo energetico attraverso il potenziamento del servizio di facility management per committenti pubblici e privati. A Ecomondo 2012 (in programma a Rimini da domani fino al 10 novembre), la più importante fiera dedicata al recupero di materiali e energia e allo sviluppo sostenibile, la cooperativa di servizi integrati presenta Coopservice Naturalmente, una linea di servizi creata ad hoc per ridurre l’impatto ambientale.I servizi ecologici di Coopservice Naturalmente, che nascono dalla pluriennale esperienza maturata da Coopservice nello smaltimento dei rifiuti ospedalieri, sono rivolti a ospedali, case di riposo, studi medici e odontoiatrici, industrie e imprese artigiane, banche, uffici e enti pubblici, sono gestiti da personale specializzato e progettati per sollevare il cliente da ogni incombenza. Tutto il ciclo, dall’analisi preliminare della tipologia di rifiuto fino al suo smaltimento, è gestito da personale specializzato in ogni sua fase.Gli specialisti di Coopservice Naturalmente si avvalgono del supporto di un programma informatico dedicato, messo a punto da Coopservice per effettuare la tracciabilità dei rifiuti. Una specializzazione che è stata ulteriormente potenziata con l’adozione di Win Waste, un software di ultimissima generazione in grado di informatizzare ogni tipo di operazione. Un servizio sempre più globale“In questi anni, ancor prima che venisse resa obbligatoria – afferma Cristian Maset, responsabile della linea ecologia/logistica di Coopservice – abbiamo puntato molto sulla tracciabilità dei rifiuti ritenendola essenziale per l’adozione di tutte le misure di sicurezza volte a prevenire i rischi, come per esempio quelli connessi al trattamento dei rifiuti sanitari infettivi. Ma la tracciabilità è decisiva anche per evitare sprechi, perché per ridurre la quantità dei rifiuti prodotti occorre ovviamente sapere anzitutto dove e come essi si producono, ciò vale per i reparti ospedalieri non meno che per le strutture produttive. Coopservice è stata la prima impresa del settore ad effettuare il controllo satellitare dei trasporti di rifiuti sanitari e dell’attività di micro-raccolta. Ciò significa che ogni mezzo viene seguito attraverso il GPS a partire dalle operazioni di carico, lungo tutto il tragitto, sino allo scarico. L’obiettivo finale è quello di fornire un servizio il più possibile globale”. La presenza di Coopservice nella green economy non si esaurisce con la gestione dei rifiuti speciali. La cooperativa ha accresciuto le proprie competenze in materia di risparmio energetico e tutela dell’ambiente, dando vita ad una linea di servizi di facility management per la committenza pubblica e privata.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet