Bioera: Matrone, puntiamo a essere 1* operatore bio Italia


cavriago 6 luglio Dopo il processo di quotazione, “puntiamo a diventare il primo operatore bio in Italia”.Lo ha spiegato l’a.d. di Bioera, Aurelio Matrone. “Oggi l’Italia e’ il terzo produttore e il quinto distributore di prodotti biologici al mondo”, ha spiegato ancora il numero uno di Bioera, “il che significa che c’e’ ancora tanto spazio per crescere per noi che vendiamo prodotti biologici”.Nello stesso incontro, il presidente, Canio Mazzaro, ha inoltre sottolineato che l’imminente riammissione in Borsa di Bioera e’ frutto di “un’operazione unica in Italia. Non esistono altri casi di societa’ che in soli 8 mesi sono passate dalla sospensione a piazza Affari a una nuova riammissione del titolo, attraverso un concordato giudiziale. Sono state bruciate le tappe”.I top manager della societa’ hanno inoltre rimarcato che il ritorno alla quotazione in cosi’ breve tempo e’ stato reso possibile soprattutto grazie al fatto che la ristrutturazione e’ stata solo finanziaria e non industriale.”Tutte le partecipate hanno supportato la capogruppo continuando a fare profitti dal momento che sono in posizione di preminenza dei rispettivi settori”, ha infatti sottolineato Matrone, secondo cui, su base mondiale, il mercato biologico vale oggi circa 55 mld euro, 1,5/2 dei quali rappresentati dal mercato italiano.In conclusione dell’incontro il presidente Mazzaro ha ricordato che “il Tribunale ci obbliga a fare causa agli amministratori del gruppo Burani (ex proprietari di Bioera, ndr), sia alla holding, sia alla Spa. “Restano ancora tanti contenziosi attivi”, ha concluso il presidente, “ma ogni eventuale beneficio sara’ messo a disposizione dei creditori chirografari di Bioera, che dopo il concordato hanno visto sacrificato circa il 98% dei rispettivi investimenti”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet