Gli occhi di Ed Kashi raccontano la Brevini per FOTOGRAFIA EUROPEA


REGGIO EMILIA 6 maggio 2013 Cosa vedono gli occhi di un grande fotografo come Ed Kashi in un polo produttivo dove nasce la grande meccanica “made in Reggio Emilia” ? Vedono il senso del “cambiamento” che è al centro dell’ottava edizione della manifestazione internazionale Fotografia Europea voluta dal Comune di Reggio Emilia. Vedono e raccontano una “fabbrica nuova” dove uomini e tecnologie si uniscono e riescono a ‘cambiare’ anche il lavoro. La prova concreta è arrivata dalle fotografie scattate nel nuovo headquarters Brevini Power Transmission, inaugurato da pochi mesi a Reggio Emilia, da Ed Kashi, uno dei fotografi che animano l’agenzia VII Photo, insieme da due giovani fotografi nel corso di un mini workshop. Le immagini sono state montate in un mini video proiettato ai Chiostri di S.Pietro nel corso di un confronto a più voci sul futuro del fotogiornalismo in relazione al mondo dei media: giornali ma anche internet, video, social media e Apps dedicate al mondo smartphone che sempre più spesso sono usati, anche dai grandi fotografi, come vere macchine fotografiche. Fotografia Europea si conferma anche così un ponte che unisce Reggio Emilia al mondo e alle più innovative tendenze di immagine.“Aver ospitato un grande fotografo come il newyorchese Ed Kashi- commenta Renato Brevini, presidente di Brevini Power Transmission – è stato un onore. L’arte, in tutte le sue forme, è parte della nostra vita quotidiana e anche anche della nostra vita d’impresa. Le immagini che hanno fissato in pochi scatti l’attività che ogni giorno consente di portare i prodotti e la tecnologia Brevini in tutto il mondo sono il riconoscimento all’arte del ‘saper fare’ che è una delle caratteristiche vincenti del Made in Reggio Emilia”. Le mostre proseguono fino a domenica 16 giugno.Ed Kashi, 56 anni, fotogiornalista e filmaker, insieme alla moglie ha fondato la società multimedia (non-profit) Talking Eyes Media lavora per National Geographic e per al tre prestigiose testate in ogni tipo di media. Ha condotto il workshop in Brevini venerdì 3 maggio.Per la sua ottava edizione Fotografia Europea infatti ha dedicato tre giornate inaugurali ricche di mostre, conferenze, incontri con gli artisti, spettacoli, workshop e letture portfolio al tema Cambiare. Fotografia e responsabilità. . Dal 3 al 5 maggio 2013 artisti e protagonisti del mondo dell’arte e della cultura hanno animato il progetto Host VII che ha scelto la vita d’impresa in Brevini Power Transmission come “segno del cambiamento” in una terra, l’Emilia, che è nota nel mondo per la sua capacità di accogliere e ospitare..Fotografia Europea, in collaborazione con aBcM, ha resentato il progetto HOST, invitando l’agenzia fotografica VII Photo (nata nel 2001 e rapidamente diventata tra le agenzie più importanti del mondo) a portare il suo Annual General Meeting e i suoi grandi fotografi nella nostra città.Le foto scattate in Brevini sono frutto di uno dei VII SHOOT | workshop (produzione/editing). Realizzati venerdi 3 e sabato 4 maggio.Obiettivo rendere visibile il lavoro di un fotografo, dalla preparazione della storia, alla ricerca delle situazioni che serviranno a raccontarla, fino allo shooting e all’editing finale. La peculiarità di questo workshop era nel poter affiancare un fotografo al lavoro, seguire tutte le fasi, vivere l’esperienza ma anche vedere realizzato in poche ore il lavoro prodotto. Otto fotografi “master” dell’Agenzia VII e sedici studenti (due studenti per ogni master) hanno lavorato a un workshop di 5 ore suddiviso in due attività: produzione fotografica ed editing. Le produzioni/storie proiettate ai chiostri di S.Pietro hanno raccontato una città e i suoi principali cambiamenti. Le fotografie sono state proiettate sabato sera, 4 maggio, durante la VII Night con le testimonianze dei fotografi di VII e con ospiti di rilievo nel campo della fotografia d’autore tra cui Daniela Hamaui (direttore D di Repubblica), Alfredo Albertone (photo consultant Gruppo editoriale L’Espresso), Alessia Glaviano (photo editor di Vogue Italia). e diventeranno un’edizione speciale di VII Magazine.VII Agency | www.viiphoto.comNata tre giorni prima dell’ 11 settembre 2001, la VII è una agenzia fotografica fondata da sette dei più autorevoli fotogiornalisti contemporanei. L’agenzia oggi rappresenta 23 fotografi ha sede a New York e a Parigi.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet