LE NUOVE FRONTIERE DELLA MODA ESPLORATE DA CNA FEDERMODA E SERVIZIO ESTERO IN UN CONVEGNO


REGGIO EMILIA 5 FEBBRIAO Oggi pomeriggio dalle 18.15 presso la Sede Provinciale di CNA Reggio Emilia di via Maiella 4 (Sala Castagnetti) CNA Federmoda e CNA Servizio Estero promuovono un’iniziativa dal titolo: “Moda insieme verso nuovi mercati”, per parlare di quali opportunità di sviluppo per il settore moda si possono intraprendere per promuovere i prodotti artigianali Made in Italy nei mercati Ex URSS, Sudafrica, Hong Kong e Cina. Durante il convegno verrà presentata l’idea progettuale della ditta Confezioni Boba dalla sua titolare Renza Saccani, che insieme ad altre aziende di produzione vorrebbe affrontare la sfida di questi nuovi mercati. Agli esperti di CNA Servizio Estero toccherà il compito di illustrare le caratteristiche di questi mercati, i gusti e le tendenze moda, i meccanismi di acquisto ed il funzionamento dei canali di distribuzione.Nello specifico, Rita Malavasi, Direttore di CNA Servizio Estero, si occuperà delle opportunità offerte dal sistema regionale, Giovanni Roncucci, Presidente di Roncucci & Partners, rinomata società di business consulting, approfondirà il tema delle prospettive di business in Sudafrica, mentre Stefano Galli, di S4P Marketing, presenterà l’esperienza di MyDress.com, il portale di moda numero uno a Hong Kong e in Cina. Infine, Natalia Bakalova, consulente di CNA Servizio Estero, parlerà delle opportunità presenti nei mercati dell’Ex Urss.L’incontro servirà anche per vagliare gli strumenti e gli eventuali finanziamenti a disposizione per sostenere le imprese in questa importante scommessa, come spiega Rita Malavasi: “La scommessa che vogliamo lanciare nello specifico con il progetto della ditta Confezioni Boba e in generale come CNA Servizio Estero è quella di riuscire a esportare il Made in Italy verso nuove frontiere, sfruttando, dopo rigorosi studi di fattibilità, le opportunità offerte dai mercati esteri in via di sviluppo. L’unione di intenti con CNA Federmoda è un altro tassello che si aggiunge alle numerose iniziative promosse dalla nostra Associazione nel segno dell’internazionalizzazione per far crescere e dare un futuro alle nostre imprese”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet