Edili Confapi PMI REGGIO e Banche a confronto: i dati del workshop sul Rapporto Banca – Impresa


REGGIO EMILIA 4 APRILE Ha registrato un grande successo di partecipazione il confronto tra gli Edili associati a Confapi pmi Reggio Emilia e il mondo bancario, tenutosi nei giorni scorsi al Classic Hotel.Il programma del pomeriggio ha visto il saluto introduttivo di Cristina Carbognani, Presidente Confapi pmi Reggio Emilia, seguito dal dibattito che ha evidenziato il forte disagio delle aziende del settore nell’approcciare la banca e nell’evidenziare il valore aggiunto degli investimenti e dei progetti di imprese strutturate e produttive, ma spesso purtroppo confuse con immobiliari. I DATILucia Vergalli dell’Ufficio Economico di Confapi pmi Reggio Emilia inoltre ha presentato i risultati del rapporto banca – impresa, realizzato dall’Associazione su un campione di 100 aziende della nostra provincia, appartenenti ai maggiori settori produttivi, arricchito da un focus dedicato alle aziende edili ed affini.Questi i dati salienti emersi: il 70% delle aziende intervistate ha dichiarato che l’evoluzione dei mercati finanziari ha peggiorato il rapporto con gli istituti di credito con cui hanno in essere finanziamenti, un dato che peggiora di 15 punti percentuali rispetto a fine novembre dell’anno scorso.Significativo il dato relativo al peggioramento del rating generato dall’evoluzione dei mercati: il dato peggiora di quasi 50 punti percentuali (dal 21% al 70%) da fine novembre ad oggi.Interessanti i dati riferiti al comparto edile ed affini: il 55% degli intervistati evidenzia la necessità di sostenere progetti di penetrazione commerciale con il supporto degli istituti di credito. Solo l’8% di questi ha ricevuto un riscontro positivo da parte delle banche. Le aziende si sono viste negare anche finanziamenti per opere a ritorno pluriennale.Più della metà del campione ha dichiarato di far parte di un consorzio promosso da Confapi Reggio Emilia. Il 100% di queste ultime evidenzia la necessità di dedicare linee di credito e finanziamenti specifici a queste forme organizzative.IL COMMENTO DEL PRESIDENTECristina Carbognani, Presidente Confapi pmi Reggio Emilia, ha così commentato i dati emersi: . Dai risultati dell’analisi Confapi ha preso il via il confronto molto vivace a cui hanno partecipato esponenti del mondo bancario. Vi hanno preso parte: Anna Schenetti, Responsabile Divisione Crediti Banca di Cavola e Sassuolo; Michele Pirovano, Responsabile Direzione Mercato Reggio Emilia Banca Monte dei Paschi di Siena; Marco Bonezzi, Direttore di Area provincia Reggio Emilia Banca Popolare dell’Emilia Romagna; Marco Piccinini, Direttore Generale Banca Reggiana; Paolo Rabitti, Responsabile crediti area Reggio Sud Banco Popolare; Cristiano Chiesi, Responsabile Centro imprese Reggio Emilia Cariparma; Claudio Ciavarella, Responsabile delle Relazioni Territoriali Carisbo; Stefano Valentini, Direttore Sede Reggio Emilia Credem; Luciano Aguzzoli, Direttore Generale Credito Cooperativo Reggiano; Massimo Morselli, Direttore Commerciale Reggio Emilia; Livio Stellati, Direttore Commerciale Reggio Emilia Nord; Marco Cavazzoni, Responsabile Area Reggio Emilia UBI Banca Popolare Commercio Industria.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet