CREDEMLEASING (GRUPPO CREDEM) APPROVA I RISULTATI DEL 2011: UTILE NETTO + 28,1%, NUOVI CONTRATTI STIPULATI + 20,4%.


reggio emilia 4 aprile Il consiglio di amministrazione di Credemleasing, società del Gruppo Credem attiva nelsettore del leasing finanziario (autoveicoli, strumentale, immobiliare, navale, energierinnovabili) guidata dal direttore generale Maurizio Giglioli, ha approvato, nei giorni scorsi, irisultati del 2011.A fine 2011 il valore complessivo dei nuovi contratti era pari a 524,9 milioni di euro +20,4%rispetto ai 435,8 milioni di euro del 2010, con il numero dei contratti stipulati in aumento del4,3%. In particolare gli incrementi più evidenti hanno riguardato il comparto immobiliare(+27,4%) e quello mobiliare (+13,6%). Un apporto crescente ai risultati commerciali dellasocietà è derivato dal segmento delle energie rinnovabili che ha rappresentato circa il 5% deinuovi investimenti.Gli impieghi netti verso clientela nel 2011 sono cresciuti del 3,4% a/a raggiungendo 2.001milioni di euro confermando l’ottima qualità dell’attivo. Il margine d’intermediazione ècresciuto del 5,7% a/a, a 30,6 milioni di euro, positivamente influenzato dalla crescita deivolumi. L’utile netto della società si è attestato a 9,9 milioni di euro in forte crescita rispetto ai7,7 milioni di euro del 2010.“La crescita del +20,4% dei contratti stipulati registrata nel 2011”, ha commentato MaurizioGiglioli, direttore generale di Credemleasing, “rappresenta un dato in forte controtendenzarispetto al mercato del leasing che, secondo i dati Assilea, il settore nel 2011 ha visto un calocomplessivo del 9,8%. La crescita della quota di mercato ha così portato Credemleasing,sempre secondo i dati Assilea, all’ 11° posto fra le società di leasing operanti in Italia. La bontàdel portafoglio delle imprese clienti se consideriamo che il 71% degli impieghi è rappresentatoda aziende che rientrano nelle prime 4 classi di rating, e la buona posizione di liquidità esolidità del Gruppo Credem”, conclude Giglioli, “hanno consentito questo risultato,trasmettendo un deciso segnale di fiducia nelle capacità di ripresa del sistema imprenditorialeitaliano”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet