RE 30 74/2011 L’assemblea del Ccis, il consorzio di Legacoop che promuove lo sviluppo delle nuove cooperative e delle cooperative sociali


REGGIO EMILIA 30 APRILE Il Ccis (Consorzio Cooperativo Iniziative Sociali) è il consorzio promosso dalle principali cooperative aderenti a Legacoop Reggio Emilia che ha lo scopo di finanziare lo sviluppo delle cooperative, in particolare di quelle sociali e di piccole dimensioni. La recente assemblea del consorzio è stata l’occasione per esaminare la situazione di crisi che non ha risparmiato l’economia reggiana e la cooperazione, e il contributo che il Ccis può offrire come strumento finanziario di sostegno delle imprese cooperative.Ieri si è svolta l’Assemblea dei soci per l’approvazione del bilancio 2010 e per il rinnovo dei componenti del consiglio di amministrazione. Il nuovo organismo è composto da rappresentanti di alcune importanti cooperative aderenti a Legacoop: Giuseppe Catellani (Ccfs), Daniela Cervi Coopfond), Stefano Elisetti (Unieco), Claudio Immovilli (Progeo), Maurizia Ognibene (Coop Consumatori Nordest) e i nuovi ingressi Piero Giannattasio (Consorzio Quarantacinque) e Stefano Campani (Boorea). Presidente è stato riconfermato Giuseppe Catellani, e vicepresidente Daniela Cervi.“La crisi economico-finanziaria, perdurante ormai da tre anni – spiega il presidente del Ccis Giuseppe Catellani – ha coinvolto anche le cooperative del territorio reggiano. In questo contesto di aumentata difficoltà il Ccis ha continuato a rappresentare anche nel 2010 un punto di riferimento importante per le piccole e medie cooperative, dimostrando ancora una volta il proprio ruolo di strumento finanziario utile allo sviluppo. Nel corso dell’esercizio sono state finanziate piccole e medie cooperative sul territorio provinciale, con prestiti tra i 15.000 e gli 80.000 euro ciascuno, con una durata compresa tra i 3 ed i 5 anni e tassi più vantaggiosi rispetto a quelli di mercato. Il totale dei finanziamenti erogati dal Ccis al 31 dicembre 2010 è di 561.529 euro, aumentato sensibilmente rispetto ai 349.036 euro del 2009, il che denota un sensibile aumento delle esigenze finanziarie da parte delle cooperative socie”.La politica seguita dal Ccis ha privilegiato la missione del consorzio: uno strumento di sostegno allo start up delle piccole cooperative e al loro sviluppo, mantenendo contemporaneamente una particolare attenzione alle garanzie richieste per i finanziamenti. Tra queste ultime si è privilegiato, dove possibile, le garanzie di Cooperfidi Italia, con cui c’è da tempo una convenzione, per percentuali del 50% o dell’80% sul totale del finanziamento.E’ proseguita inoltre la collaborazione con il Consorzio Quarantacinque per l’assistenza al settore delle cooperative sociali, specialmente per quanto riguarda la definizione di progetti d’investimento e l’implementazione di strumenti utili al miglioramento della gestione aziendale.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet