RE 30/3/2012IMMERGAS: BUONI SEGNALI DALLA FIERA EXPOCOMFORT, ORA NUOVI INVESTIMENTI PER COMPETERE ALL’INSEGNA DELLA SOSTENIBILITA’


MILANO BRESCELLO 30 MARZO Il bilancio “a caldo”, nella giornata di chiusura della 38esima edizione dellaFiera MCE Expocomfort ha concentrato su Milano le attenzioni di tutto il settore Idrotermosanitario per la Immergas di Brescello è orientato alla positività: “Il primo riscontro che abbiamo ottenuto partecipando con un grande stand-vetrina (4.600metri quadrati e una decina tra novità e anticipazioni di nuovi prodotti) è altamente positivo – ha detto il Vicepresidente di Immergas Alfredo Amadei – abbiamo registrato un’affluenza molto alta e un grande interesse. Abbiamo incontrato i nostri clienti, i soci del Caius Club, ma anche nuovi potenziali clienti che hanno dimostrato interesse per il sistema integratio Immergas che riesce da dare risposte avanzate alle esigenze più avanzate e orientate alla sostenibilità in fatto di climatizzazione domestica. Abbiamo ricreato alla Fiera di Milano una vera Domus Technica, il centro di formazione e sviluppo attivo dal 2011 nel nostro stabilimento di Brescello, e in quello spazio le nostre ‘tecnologie climatiche integrate’ hanno catalizzato l’attenzione”.La Immergas guarda al futuro, al 2020 quando le sfide per il risparmio energetico e la sostenibilità diventeranno il vero fattore per competere e annuncia scelte innovative: “E’ vero, abbiamo davanti, già nei prosismi anni sfide importanti, anche in previsione dei cambiamenti normativi che trasformeranno il mercato a livello europeo. Noi – ha aggiunto il Vicepresidente di Immergas Alfredo Amadei – come tutti produttori che vogliono continuare a essere competitivi, avremo la necessità di adeguare gran parte della nostra gamma a nuovi parametri. Noi di Immergas accettiamo questa sfida, come facciamo da quasi 50 anni, e sono previsti grossi investimenti per avere tra due anni una gamma rinnovata e all’altezza della situazione. Alla prossima edizione di Expocomfort ci presenteremo con soluzioni ancora più avanzate”La chiave dello sviluppo sarà la presenza sui mercati esteri, commerciale e produttiva.“Abbiamo registrato tra i visitatori di Expocomfort che hanno visitato il nostro stand, la nostra ‘ImmergasCity’– conclude il Vicepresidente di Immergas Alfredo Amadei – una massiccia presenza estera – un alto livello di conoscenza del nostro marchio e interesse per il sistema integrato. Il numero di visitatori esteri che si sono rivelati clienti potenziali è stato decisamente superiore alle nostre aspettative”. Le novità Immergas presentate a Expocomfot 2012 sono legate alle energie rinnovabili (solare) e alle pompe di calore ma spiccano le caldaie innovative come la Victrix Superior TOP, una soluzione hi-tech tra le caldaie murali a condensazione. I prodotti esposti nel maxi stard Immergas (il più grande della rassegna milanese) erano oltre 100 a riprova della vitalità del made in Italy in questo settore anche nel confronto con i grandi competitor europei.Grande attenzione per le novità Immergas che significano la leadership di mercato nelle caldaie domestiche in Italia e una buona carta da giocare all’estero dove Immergas vende il 60% della produzione totale che ammonta a 310mila apparecchi, il 40% sul mercato italiano, il 60% sul mercato export, di cui un terzo nel comparto dei generatori di calore ad alta efficienza.Nel 2011 il Gruppo Immerfin che controlla Immergas ha registrato un fatturato consolidato di circa 240 milioni di euro (+4% rispetto al 2010). Immergas è la principale azienda della holding Immerfin, la quale controlla anche le filiali commerciali site in Inghilterra (Alpha Therm), Ungheria (Immergas Hungaria kft), Polonia (Immergas Polska z.o.o.), Turchia (Immergas Turkey), Slovacchia (Immergas s.r.o.), Romania (Immergas Romania), Cina (Immergas Beijing), Russia (Immergas ooo) e Grecia (Immergas Hellas), che Immerfin possiede al 100%.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet