GRANITIFIANDRE – NUOVA RICERCA UNIVERSITA’ DI MILANO SU ACTIVE


CASTELLARANO 30 GENNAIO Nuova conferma per Graziano Verdi e per il team Graniti Fiandre che lavora su Active, la soluzione che ha trasformato la ceramica per pavimenti e rivestimenti in un innovativo materiale Fotocatalitico Ecologico ed Ecoattivo.L’azione fotocatalitica svolta da ACTIVE Clean Air & Antibacterial Ceramic™ è del tutto naturale. Grazie infatti al biossido di titanio (TiO2) presente sulle lastre in forma di particelle micrometriche, in presenza di luce (nature o artificiale) e dell’umidità contenuta nell’aria, si attiva spontaneamente un forte processo ossidativo. Questa attività oltre ad escludere ogni rischio per la salute dell’uomo e per l’ambiente, porta alla decomposizione e alla trasformazione di molte sostanze tossiche e inquinanti, come ossidi di azoto (NOx), polveri sottili (PM10) e VOC (Volatile Organic Compound), in composti innocui, quali nitrati, solfati e carbonati.Il risultato finale è una sensibile riduzione degli inquinanti tossici prodotti dalle automobili, dalle fabbriche, dal riscaldamento domestico e da molte altre fonti. Il biossido di titanio presente sulle lastre di ACTIVE è con la luce l’interruttore che attiva l’azione fotocatalitica senza però cedere nulla in tale processo, quindi mantenendo inalterata nel tempo la sua azione e la sua efficacia.ACTIVE Clean Air & Antibacterial Ceramic™, grazie al forte potere ossidante dell’azione fotocatalitica, permette l’eliminazione al 100% di diversi ceppi batterici, tra cui alcuni particolarmente pericolosi per la salute umana (solo per citare i principali: Escherichia coli, Staphylococcus aureus, Klebsiella pneumoniae).I materiali Active si prestano per la pavimentazione e il rivestimento di piccole e grandi superfici, a lieve e intenso camminamento, in aree pubbliche e private. Sono poi particolarmente adatti in ambienti dove l’igiene è un’esigenza primaria: scuole, asili, abitazioni, ambulatori, ospedali, laboratori e alberghi, dove è maggiormente necessario un ambiente asettico e privo di germi patogeni, batteri, funghi, muffe e microrganismi in genere.Gli ultimi esiti successivi alle nuove prove effettuate da ricercatori dell’Università degli Studi di Milano su lastre White Ground Active, che hanno simulato quanto avvenuto nella metropoli nel mese di novembre 2011 (centralina di Via Pascal-Città Studi), dimostrano che il nostro materiale è in grado di riportare valori di inquinamento sotto la soglia dei 40 microg/m3 in poco più di 3 ore e in caso di livelli di emergenza significativi di ossidi di azoto è in grado di degradare l’inquinante e riportarlo sotto la soglia limite, prevista dalla legislazione europea, in 6/7 ore.Una doppia azione quindi quella di ACTIVE: una sensibile riduzione degli inquinanti tossici, a vantaggio del miglioramento della qualità dell’ambiente e dell’aria che respiriamo, e una straordinaria attività battericida, con ovvi vantaggi per la salute dell’uomo (http://www.active-ceramic.it).“I risultati emersi dagli ultimi esami effettuati dalla prestigiosa Università degli Studi di Milano a fine 2011 sono davvero significativi” – ha commentato Graziano Verdi, Presidente e AD di Fiandre e del Gruppo Iris Ceramica – “Ancora una volta si attesta l’importanza della nostra innovazione in grado di apportare effettivi e comprovati benefici all’ambiente e agli individui.”

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet