CONTINUA LA CRESCITA DELLA PROMOZIONE FINANZIARIA CREDEM CON 10 NUOVI RECLUTAMENTI


REGGIO EMILIA 3 SETTEMBRE Prosegue la strategia di crescita mirata della rete di promozione finanziaria Credem coordinata dal direttore commerciale Duccio Marconi con il reclutamento di 10 promotori finanziari. Tali ingressi confermano la validità del modello di business della rete di promotori Credem, basato sulla completa integrazione tra il promotore e le filiali bancarie sul territorio.Nel dettaglio, è entrato a far parte del team lombardo di Duccio Marconi, il Growth Manager Valerio Cesarotto (BPM) insieme ai colleghi Marcello Messa, Marco Boscaro e Federico Calva che opereranno sulla piazza di Monza.In Friuli Venezia Giulia entrano nella rete Credem: Fabrizio Forcieri (ex Banca Reale Spa) e Luisa Toso (ex Hypo Bank) entrambi operanti a Udine, mentre a Trieste entra Stefano Franchi (ex Banca Generali).In Toscana, a rafforzare la rete della banca emiliana, entra Luca Cardini proveniente da San Paolo INVEST SpA.In Campania, a consolidamento di una presenza capillare sul territorio, entrano a Napoli Maria Rosaria Salese (ex consulente indipendente) e Roberto Limatola da MPS.“Nel prossimo triennio vogliamo crescere in modo controllato e selettivo”, ha dichiarato Duccio Marconi, responsabile commerciale promozione finanziaria Credem. “Il nostro obiettivo sarà”, ha proseguito Marconi, “inserire professionisti che possano valorizzare il nostro modello di business basato sull’integrazione tra promotore e filiale bancaria e contemporaneamentetrarne beneficio. Tutto ciò in forza di un’offerta basata su strumenti di gestione del risparmio ma anche su prodotti bancari tradizionali. Per questa nostra specifica caratteristica di banca – rete stiamo inoltre ricevendo candidature da parte di bancari, con ottime relazioni con i propri clienti e voglia di mettersi in gioco, che vedono nella libera professione il proprio futuro.Proprio per i bancari”, ha concluso Marconi, “abbiamo creato un’offerta di reclutamento su misura che prevede un passaggio graduale ed assistito, con la possibilità di concentrarsi sull’attività di consulenza in uno spazio dedicato all’interno di una filiale bancaria”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet