GRANDE ENTUSIASMO E TANTE IDEE INNOVATIVE DOPO IL CORSO SULLO START-UP D’IMPRESA PROMOSSO DA CNA GIOVANI IMPRENDITORI REGGIO EMILIA


REGGIO EMILIA 3 DICEMBRE Si è concluso con grande entusiasmo il corso “Sturt up d’impresa: dall’idea al business plan”, organizzato da CNA Giovani Imprenditori in collaborazione con Ecipar, a sostegno dell’ imprenditoria giovanile sul tema dello start up di impresa per sostenere neo imprenditori ed aspiranti imprenditori nella realizzazione di un’ attività in proprio. Il corso, finanziato dal Fondo Sociale Europeo della Provincia di Reggio Emilia e della Regione Emilia Romagna, ha coinvolto 14 partecipanti in un percorso non solo didattico ma anche fortemente operativo per mettere subito alla prova le idee di partenza e trasformarle in potenziali attività di business. Nella parte più didattica del corso sono stati esplorati dai docenti temi come gli strumenti necessari per la creazione di un’impresa, l’analisi del mercato e del prodotto, la redazione del business plan, le relazioni tra banche ed impresa, l’organizzazione dell’ azienda. I partecipanti hanno dovuto poi tradurre la teoria nella pratica sviluppando le proprie idee imprenditoriali attraverso diverse tappe come lo studio di fattibilità, la definizione del modello di business e la predisposizione di tutti i materiali utili ad una presentazione ufficiale. Il tutto condito da continui momenti di interazione e collaborazione.Le idee emerse vanno da business tradizionali, come la consulenza tecnica o legale, rivisitati e proposti in chiavi nuove, fino ad idee di marcata unicità come il Green broker, il Fast shopping o l’identificazione digitale per casi di emergenza.Tra le idee maggiormente innovative si è distinta la LA-BI, iniziativa imprenditoriale nello stile ma sociale negli obiettivi, che si propone di creare un laboratorio di recupero innovativo di biciclette in collaborazione con una cooperativa sociale. “Il nostro obiettivo – ha dichiarato la Presidente di CNA Giovani Imprenditori Cristina Boniburini – è quello di sostenere i giovani, soprattutto in un momento difficile come quello attuale, in cui i dati sulla disoccupazione giovanile sono ai massimi storici. E’ puntando sulla formazione e sulla cultura di impresa che potremo aiutare chi ha un’ idea concreta che vuole tradurre in realtà e CNA vuole puntare sui Giovani e sulla loro formazione. Sono già molti i progetti che abbiamo in cantiere per il nuovo anno, per sostenere attraverso la formazione l’ imprenditorialità. Siamo quindi molto soddisfatti che corsi come questo si siano conclusi con successo e che abbiano dato qualche strumento manageriale in più a chi, con entusiasmo ed intraprendenza vuole avviare un’attività in proprio”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet