Banca di Cavola e Sassuolo, bilancio 2011 positivo


REGGIO EMILIA 29 MAGGIO Domenica al CavolaForum di Cavola di Toano e alla presenza dei Soci, si è svolta l’Assemblea Ordinaria e Straordinaria di Banca di Cavola e Sassuolo per discutere e approvare il bilancio 2011 e destinare l’utile netto d’esercizio, pari a 1.363.436 euro. Il Presidente Silvio Scalabrini, nell’intervento di apertura, ha fornito una sintesi delle principali scelte di politica gestionale che l’Istituto di Credito Cooperativo ha effettuato nel corso dell’esercizio 2011, presentando un’analisi dettagliata dei principali aggregati di bilancio e di conto economico. Grande soddisfazione per gli obiettivi raggiunti emerge dalle sue parole: “Banca di Cavola e Sassuolo continua a conseguire importanti risultati commerciali, proseguendo nella politica di rafforzamento patrimoniale. Nonostante la difficile congiuntura economica internazionale e la tensione del sistema creditizio, anche quest’anno abbiamo registrato un significativo incremento del patrimonio netto, che si è attestato a oltre 44 milioni di euro (+15,97% rispetto il 2010).”La positiva dinamica commerciale ha condotto a una crescita della raccolta diretta del 6.98%, pari a più di 550 milioni di euro, della raccolta indiretta del 18,38%, raggiungendo quasi i 142 milioni di euro, e degli impieghi del 8,02%.“Il raggiungimento di questi importanti risultati – ha evidenziato il Direttore generale Guido Tamelli – è merito del nostro modo di “fare banca” secondo il modello cooperativo.La recente apertura dello sportello di Minozzo (frazione di Villa Minozzo, che conta circa 500 abitanti) conferma il sostegno alle famiglie e alla comunità locale, concorrendo alla crescita e al benessere sociale del territorio.Anche la nascita del “Progetto Socio” contribuisce ad assicurare concretezza ai fondamentali principi di mutualità che si collocano alla base delle finalità istituzionali di una società cooperativa come Banca di Cavola e Sassuolo. Da sempre ai nostri Soci vengono accordate condizioni di favore per la fruizione di prodotti e servizi bancari. Con il “Progetto Socio”, a questi privilegi si sommano una serie di agevolazioni e iniziative esclusive dedicate alla famiglia, al lavoro e alle imprese.”

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet