CNA VAL D’ENZA RITORNA IL PROGETTO INTERNAZIONALE “C-PLUS”


MONTECCHIO 29 FEBBRAIO Oggi al Castello di Montecchio Emilia in piazza Repubblica 1, dalle 9 alle 13.30, ritorna il progetto internazionale “C-Plus, scoprire i cluster migliori di Europa Centrale” che ha selezionato il packaging alimentare della Val d’Enza tra le eccellenze europee. Finanziato dall’Unione Europea e promosso all’unisono da CNA Emilia Romagna e dalla Regione Emilia Romagna, in partenariato con i Comuni della Val d’Enza, la CNA Reggio Emilia e l’istituto scolastico Silvio D’Arzo di Montecchio, C-Plus torna nella nostra provincia per proporre un workshop-laboratorio di confronto-progettazione in “Scenari e idee per lo sviluppo del Distretto del packaging alimentare della Val d’Enza”. “Il progetto C-Plus è una vera opportunità di crescita per le aziende appartenenti al Distretto Val d’Enza associate di CNA – commenta il presidente provinciale di CNA Tristano Mussini – è un’occasione per andare oltre la crisi confrontandosi con altre realtà europee e creando una rete di competenze e buone prassi che permetta di accrescere la competitività dei settori produttivi locali. Innovazione e competitività sono infatti le due parole chiave che svelano gli obiettivi di questo importante progetto internazionale che mette in rete le aziende della Val d’Enza del settore del packaging alimentare con cinque regioni produttive dell’Europa Centrale: Austria, Gemania, Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria”. Dopo l’introduzione all’incontro curata da Elisabetta Maini della Regione Emilia Romagna, prenderanno il via due sessioni di lavoro. La prima, divisa in quattro gruppi di settore per imprese, Amministrazione pubbliche, Associazioni imprenditoriali e banche, e Università e Tecnici, è dedicata agli “Scenari per le politiche per lo sviluppo del Distretto” e va ad analizzare gli scenari di breve-medio periodo rispetto a internazionalizzazione del Made in Italy, innovazione e formazione, credito e finanza e Reti tra imprese e istituzioni. La seconda sessione di lavoro, divisa in quattro gruppi tematici intersettoriali, verterà su “Idee e proposte per lo sviluppo del Distretto, cosa fare, come fare, con chi fare”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet