re 2879/2011 CREDEM PER IL 10° ANNO CONSECUTIVO APRE AL PUBBLICO LA SUA SEDE IN VIA EMILIA A REGGIO EMILIA.


reggio emilia 28 settembre Credem, da sempre attento all’arte ed alla cultura, ha aderito, per il decimo annoconsecutivo, all’iniziativa dell’Associazione Bancaria Italiana “Invito a Palazzo” che permette divisitare gratuitamente il patrimonio artistico e storico delle più belle sedi bancarie italiane.Il palazzo Spalletti Trivelli di via Emilia San Pietro 4, sede della banca, rimarrà aperto sabato 1ottobre dalle ore 9 alle ore 19. I visitatori saranno organizzati in gruppi di circa 30 persone,e potranno apprezzare la storia e le molte opere artistiche contenute nel palazzo grazie alcommento artistico a cura di Franco Bonvicini, Antonio Brighi, Aurora Marzi, Filippo Silvestro eAlessandra Tellurio.Per gli amanti dell’arte antica sarà di particolare interesse vedere, per la prima volta, i tredipinti di “vedute” del settecento. Si tratta di due preziose opere su tela di Francesco Albotto(Venezia 1721 – 1757), “Il ponte di Rialto da sud”, e “Isola di S. Giorgio”; questi dipintidedicati alle più belle vedute di Venezia erano particolarmente ricercati sin dal XVII secolo,dalla ricca nobiltà italiana e straniera che faceva di Venezia uno dei massimi poli culturali delTour d’Italie.Questi dipinti costituiscono tuttora uno dei soggetti più ricercati nell’ambito del collezionismointernazionale.Va sottolineato che Francesco Albotto era l’allievo ed il continuatore della “bottega da quadri”di Michele Marieschi, uno dei massimi esponenti della pittura di vedute veneziane delsettecento.Il terzo dipinto rappresenta una deliziosa “Veduta di Napoli con la riviera di Chiaia” opera delpittore Tommaso Ruiz, attivo nella città partenopea a metà settecento.Inoltre all’interno della manifestazione, continua per il sesto anno consecutivo, l’eventodenominato “L’Amor sacro e l’Amor Profano – Pittura, Musica e Poesia dal XVI al XIX secolo“,permetterà al pubblico di ammirare le opere di pittura della collezione di arte emiliana antica,tra l’esecuzione di celebri arie dei grandi musicisti: Albinoni, Haendel, Mozart, Rossini, Chopin,Verdi, Puccini, Beethoven, Vivaldi, che saranno eseguite al pianoforte dalla pianista MariaCristina Debbi, nell’antico Salone delle Feste (attuale sala del Consiglio di Amministrazione).L’attrice Rina Mareggini leggerà brani d’amore di grandi poeti italiani: Boiardo, Ariosto, Tasso.L’invisibile nastro dell’Amore Sacro e Profano, legherà la pittura, alla poesia ed alla musica,trasportando i presenti in una dimensione di grande piacevolezza.Palazzo Spalletti Trivelli è un antico edificio posto nel centro di Reggio Emilia che conserva nelpiano interrato un complesso di rovine romane dell’antica Regium Lepidi, databili dal I sec. alVI sec. d.C..Le sale del palazzo sono caratterizzate dalla presenza di grandi dipinti a trompe-l’oeil confastosi tendaggi, grandi vasi oltre alle sovrapporte allegoriche dedicate alla musica,all’astronomia, alla letteratura, all’agricoltura, ed alla caccia. La grande sala delle feste, altadieci metri, evidenzia lo stretto rapporto delle decorazioni a trompe-l’oeil con la tradizione dellascenografia teatrale, così importante in tutta la regione, per la presenza di numerosi antichiteatri. L’edificio ospita anche due collezioni artistiche: la prima è un rarissimo gruppo di opered’arte orientale, con oggetti originari della Cina, Mongolia, Tibet, Thailandia, Khmer, Burma,Giappone, e Gandhara in terrecotta, porcellana, cloisonnè, bronzo dorato, databili dal 2000a.C. al sec. XIX.Inoltre è presente un’altra collezione di pittura emiliana del ‘500/’600/’700 con opere diFrancesco Francia, Lorenzo Costa, Dionisio Calvaert, Guido Reni, Francesco Barbieri d. ilGuercino, Camillo Procaccini, Alessandro Tiarini, Francesco Albani, Carlo Francesco Nuvolone,Luca da Reggio, Leonello Spada, Giovanni Sementi, Simone Cantarini d. il Pesarese, GiuseppeMaria Crespi d. lo Spagnuolo, Marcantonio Franceschini, Giovan Gioseffo Dal Sole, IppolitoScarsella d. lo Scarsellino, Giovan Antonio Burrini, Francesco Stringa, Lorenzo Pasinelli, FeliceBoselli, Giovanni Crivelli d. il Crivellino, Francesco Simonini, Ercole Graziani, Donato Creti,Girolamo Donnini, Francesco Monti, Cristoforo Munari e altri artisti.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet