Dalter: 2012 positivo con investimenti in strutture, risorse e nuovi prodotti


s.ilario 27 agosto Le buone performance di Dalter registrate nel 2012 fanno guardare al futuro con ottimismo. I numeri parlano da soli: 3.030 tonnellate prodotte, 53 milioni di pezzi venduti, 29.650 mila euro di fatturato con una redditività in forte aumento rispetto agli anni precedenti.Dati che assumono un valore ancora più importante in questo momento di grave crisi mondiale. Dalter è profondamente italiana ma da sempre ha una forte vocazione internazionale, ed è proprio l’export una delle voci che premiano l’azienda emiliana, rappresentante del made in Italy nel mondo.Sono molti i Paesi europei in cui esporta e dove ha consolidato il proprio posizionamento in questi ultimi anni, in alcuni come Germania, Spagna, Belgio e Danimarca, il trend è addirittura in crescita sia a valore che a volume. La Gran Bretagna è un mercato che continua a dare grande soddisfazione a Dalter, da sempre sua seconda patria: qui l’azienda registra la più alta percentuale di export. In Gran Bretagna ha inoltre sede Italia Formaggi, la società fondata con Gennari che distribuisce sul mercato britannico alcune eccellenze casearie rigorosamente italiane e che in poco più di un anno ha già stabilito un giro d’affari di oltre 20 milioni di euro. I riscontri sono talmente positivi che Italia Formaggi è pronta a lanciare una grande novità: dal prossimo autunno sarà disponibile nei punti vendita di una delle maggiori catene della gdo inglese, una gamma di eccellenze casearie italiane dedicate ai consumatori britannici amanti della buona cucina presentate sotto un unico marchio e sponsorizzate da un cuoco italiano molto popolare in Gran Bretagna.Anche alcuni mercati extra europei in cui opera Dalter – Canada, Cina e Brasile su tutti – stanno segnando trend più che soddisfacenti, a conferma di quanto la vera qualità italiana sia riconosciuta ed apprezzata ovunque.Il 2012 è stato anche anno di investimenti: su 834 mila euro totali, oltre 700 mila sono stati impiegati per il completo rinnovamento dell’area produttiva in un’ottica di controllo dell’igiene, miglioramento di efficienza e capacità produttiva. Questo permetterà non solo di proporre un prodotto che rispetti i più severi criteri di qualità ma anche di dare un maggior servizio ai clienti. Questi risultati sono il frutto di un’azienda che ha saputo distinguersi nel tempo per affidabilità, competenza e professionalità e, soprattutto, contando su un affiatato gruppo di lavoro che il management ha voluto gratificare mettendo a disposizione oltre 150 mila euro di premio produzione, la somma decisamente più alta degli ultimi anni. “La soddisfazione per i risultati ottenuti va di pari passo con il riconoscimento che questi sono frutto di un impegno costante, di un atteggiamento proattivo e di una condivisione che segna quella differenza che rende Dalter, prima che un’azienda affermata, un gruppo di professionisti validi e competenti” – Stefano Ricotti, Presidente Dalter, non ha dubbi sui meriti del successo della sua azienda e guarda al futuro con l’ottimismo di chi sa di aver intrapreso la strada giusta per riuscire a superare il momento più difficile che le imprese abbiano dovuto affrontare negli ultimi decenni.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet