Porte aperte da Venturini Baldini per conoscere e degustare in versione gluten free


REGGIO EMILIA 27 AGOSTO Porte aperte da Venturini Baldini per conoscere e degustare in versione gluten free. L’evento del 26 agosto prossimo presso la tenuta di Roncolo di Quattro Castella, della cantina Venturni Baldini organizzato in collaborazione con Aic Reggio Emilia e Gusto sapiens (Monica Benassi), sarà un percorso nel gusto, sorseggiando i calici della cantina e degustando prodotti emiliani, ma anche un percorso nel sapere che ruota attorno a un’intera filiera produttiva sorgente di antiche conoscenze, competenze e valori. Con la consapevolezza che le cantine più premiate sono quelle con più proposte a dimensione famiglia, target di pubblico che sempre più spesso frequenta questi luoghi. Obiettivi: divertimento, relax e gusto a misura di tutti, adulti e bambini. E domenica 26 agosto, dalle 12 alle 16 si potranno assaporare sapori e saperi emiliani in maniera itinerante e con la formula del pic-nic, termine che inizia a diffondersi nel XVII secolo e identifica quel tradizionale pasto all’aperto compiuto in un contesto turistico o comunque che abbia una funzione sociale e ludica e non solamente alimentare. Un pic- nic che sarà accompagnato da visita didattica guidata dell’acetaia di casa Venturini Baldini e della cantina stessa con annessa degustazione vino, percorrendo sentieri suggestivi di questo ricco angolo naturalistico. Con un elemento di arricchimento in più: la preparazione da parte delle “cuciniere “ di Aic di Reggio Emilia e della chef Maria Teresa Bonati del Ristorante La Grattugia di Villa Aiola di Montecchio, di un menù dolce e salato interamente gluten free. Perchè la proposta di piatti di un filone di cucina “differente” deve e può diventare un valore aggiunto, un volano per un turismo enogastronomico sempre più orientato a seguire i gusti di tutti. E chi sostiene ancora oggi che la cucina senza glutine sia sinonimo di una cucina di serie B, non conosce la realtà dei diversi ristoranti che propongono menù sempre più raffinati, ricercati e frutto di una competenza culinaria pioniera di sapori, abbinamenti e tecniche nuovi. Consapevoli che un’intolleranza non è un’ostacolo all’assaporare con tutti i sensi momenti condivisi, l’obiettivo della giornata sarà anche la diffusione della conoscenza e consapevolezza che anche la celiachia è celebrazione del piacere del buon cibo.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet