2012 POSITIVO PER COOPSERVICE CHE CONSOLIDA FATTURATO E OCCUPAZIONE


REGGIO EMILIA 27 GIUGNO Coopservice ha chiuso un 2012 positivo, nonostante il perdurare di una crisi di durata e intensità inusuali. Il bilancio che sarà portato all’approvazione dei soci nell’assemblea generale del 29 giugno, al Teatro Stabile di Verona (appuntamento preceduto da altre 11 assemblee territoriali in tutta Italia), si è chiuso con un fatturato in crescita del 4%, passato da 370 a 385 milioni di euro. Vale a dire 15 milioni di maggiori ricavi che sono stati conseguiti agendo sia sulla leva della crescita esterna (acquisizione del ramo d’azienda delle pulizie agroindustriali dalla controllata CSS e incorporazione della controllata LOG’S, azienda di trasporti e logistica), sia sullo sviluppo interno attraverso l’acquisizione di nuovi clienti.Ciò ha consentito a Coopservice di consolidare il proprio radicamento sul territorio e i livelli occupazionali della cooperativa che nel 2012 ha dato lavoro a 11.644 persone, facendo fronte in tal modo ai circa 7 milioni di perdita di fatturato conseguenti alla revisione della spesa pubblica (spending review) e ai tagli dei servizi affidati all’esterno da parte dei clienti privati. In crescita anche il risultato operativo della gestione caratteristica (EBIT), pari a 2 milioni 567 mila euro, con un incremento di 759 mila euro rispetto all’anno precedente. Il risultato netto evidenzia un utile di 1 milione 80 mila euro, ottenuto dopo aver accantonato poco più di 6 milioni per imposte e tasse, 6,5 milioni per ammortamenti e dopo aver riconosciuto ai soci un ristorno di 800 mila euro. Somma che si aggiunge ai 2 milioni di euro che nel 2012 sono ritornati ai soci sotto forma di vantaggi sociali (interessi sul prestito, remunerazione e rivalutazione del capitale sociale, strenna natalizia e attività sociali), contribuendo a sostenere il reddito di migliaia di famiglie, in una congiuntura particolarmente grave come quella che stiamo vivendo.“Siamo soddisfatti dei risultati della cooperativa nel 2012 – commenta il presidente di Coopservice Roberto Olivi – ottenuti anche grazie allo sforzo straordinario dei nostri soci e dipendenti, in un quadro economico profondamente segnato da una recessione che non solo non accenna a finire, ma che al contrario dopo il manifatturiero ha cominciato ad interessare anche il comparto dei servizi. In questa situazione tutt’altro che favorevole siamo riusciti a consolidare il nostro livello di sviluppo. E nonostante le prospettive per il secondo semestre del 2013 non siano affatto rosee, le nostre previsioni sono improntate ad un moderato ottimismo poiché contiamo di raccogliere i frutti della nuova e più efficiente struttura organizzativa e commerciale, che ci siamo dati lo scorso anno, e beneficiare della ristrutturazione delle società controllate che ha portato al taglio di rami secchi improduttivi, in modo da inibire trascinamenti negativi sui prossimi esercizi”.Fra le società del Gruppo Coopservice, che nel 2012 ha generato ricavi per 609,5 milioni di euro, si segnalano gli ottimi risultati di Servizi Italia, società quotata sul segmento Star della Borsa Italiana e principale controllata di Coopservice, che ha chiuso lo scorso esercizio con un utile netto di 9,3 milioni di euro, rafforzando la sua leadership nel mercato italiano dei servizi integrati di noleggio, lavaggio, sterilizzazione di materiale tessile e strumentario chirurgico per le strutture ospedaliere.Buoni anche i risultati della controllata Archimede, che con un fatturato di oltre 23 milioni e un utile di 430 mila euro, ha consolidato la propria posizione sul mercato, in un anno che non ha certamente lesinato le difficoltà alle agenzie per il lavoro.A fine 2012 il Gruppo Coopservice vantava 15.064 occupati e un patrimonio netto di 157 milioni di euro. “Archiviamo un 2012 che ci ha posto di fronte a sfide molto impegnative che abbiamo superato – ha aggiunto Olivi – da un lato in virtù degli sforzi e dei sacrifici dei soci e dei dipendenti, dall’altro grazie alla nostra capacità di produrre innovazione nei mercati in cui operiamo, creando e proponendo nuovi servizi e nuove modalità di erogazione. È un’attitudine che intendiamo continuare a coltivare con cura per poter affrontare nelle migliori condizioni le sfide che ancora ci attendono”.Coopservice è una cooperativa di soci lavoratori a mutualità prevalente: a fine 2012 i soci erano 5.489, il 60% dei quali sono donne. Sono oltre mille (il 18% del totale) i soci di nazionalità non italiana. Lo scorso anno, Coopservice ha erogato oltre 38.000 ore di formazione professionale, investendo 273 mila euro e coinvolgendo 4.718 persone fra soci e dipendenti. In occasione delle assemblee parziali delle 15 sezioni soci territoriali in cui è organizzata la cooperativa, è stato presentato anche il restyling del portale web di Coopservice, progettato con un moderno design e realizzato con le più innovative tecnologie per rendere semplice l’approccio on line da parte di clienti, soci e dipendenti che, all’interno del portale www.coopservice.it, hanno una propria area riservata.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet