legacoop re Le cooperative nate dalle aziende in crisi sulle TV nazionali e su Vanity Fair


reggio emilia 27 gennaio Negli ultimi tempi sono nate nel Reggiano, con la collaborazione di Legacoop, tre esperienze cooperative realizzate dai lavoratori di aziende in crisi o fallite, grazie anche alla possibilità di investire all’interno della cooperativa tutto l’anticipo della indennità di mobilità, a cui sono state aggiunte risorse personali.“Queste operazioni – spiega Daniela Cervi, responsabile dell’Ufficio Economico Finanziario di Legacoop Reggio Emilia – che in termine tecnico si chiamano di “workers buyout”, sono state realizzate a Calerno con Art Lining, a Scandiano con Greslab e a Carpineti con Infissi Design. Sono state operazioni complesse, che hanno coinvolto i nostri uffici con la costruzione del piano d’impresa e la rete finanziaria nazionale di Legacoop”.I risultati di questi tre “workers buyout”, che hanno salvaguardato molti posti di lavoro e ottenuto significativi risultati imprenditoriali, hanno suscitato un grandissimo interesse anche nella stampa nazionale, specializzata e non. Nelle ultime settimane sono state realizzati diversi servizi da parte di importanti reti televisive nazionali, come Rai, Sky, Mediaset, e La7. “Evidentemente la scelta di Legacoop – spiega il suo direttore Lorenzo Giberti – di sostenere questi progetti e l’impegno dei lavoratori sta dimostrando che la formula cooperativa può essere una strada significativa per risolvere situazioni di crisi. Questo lavoro ha visto anche l’impegno positivo del Sindacato edelle Amministrazioni pubbliche, come i Comuni e la Provincia”.La sorpresa più grossa è però arrivata in questi giorni. “L’ultimo servizio su Greslab – spiega Daniela Cervi – è stato pubblicato da Vanity Fair, una rivista che mai avremmo pensato si interessasse di cooperazione. Tra l’altro il titolo del servizio è tutto un programma: Presidenti operai (sul serio).” Ma anche il Mensile di Emergency, nel suo ultimo numero, ha dedicato un servizio all’esperienza di Greslab.“L’interesse anche inaspettato per queste esperienze e per l’importante ruolo della cooperazione – conclude la presidente di Legacoop Simona Caselli – lo interpretiamo per un favorevole auspicio per il 2012, che voglio ricordare è stato dichiarato dalle Nazioni Unite anno internazionale della Cooperazione”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet