Cambio al vertice di Coop Italia, ora c’è Pedroni


reggio emilia 26 giugno Cambio al vertice di Coop Italia, il colosso della Gdo della Lega delle cooperative. Dopo 25 anni, esce di scena Vincenzo Tassinari, che passa il testimone a Marco Pedroni, 54 anni, emiliano di Reggio Emilia, nuovo presidente del Consiglio di amministrazione di Coop Italia. Vicepresidente e’ stato nominato Marcello Balestrero e Direttore generale alla gestione Maura Latini.Nel 2001 raccolse il testimone da Renzo Testi, diventando presidente di Coop Nordest. Da allora il peso di Marco Pedroni nella cooperazione italiana è progressivamente cresciuto. Lo ha dimostrato il ruolo di coordinamento che ha rivestito nell’acquisizione delle attività assicurative controllate dai Ligresti da parte di Unipol. Pedroni è presidente e amministratore elegato di Finsoe, la finanziaria azionista di riferimento della compagnia assicurativa bolognese, e siede dei consigli di amministrazione di Unipol, di Fondiaria-Sai e di Premafin.
Oggi Pedroni è stato eletto all’unanimità alla guida di Coop Italia, il consorzio che elabora le strategie di mercato per conto delle cooperative socie, agisce da centrale acquisti e definisce i prodotti a marchio. Un colosso della grande distribuzione, che con 13 miliardi di fatturato e una quota di mercato del 18,5% detiene la leadership in Italia. Alla fine del 2012 i gruppi che fanno parte di Coop Italia contavano 1.470 strutture di vendita, più di 55mila addetti e poco meno di 8 milioni di soci.
‘Ci aspettano sfide importanti per rispondere al meglio alla crisi dei consumi e alle difficoltà di tante famiglie – ha detto Pedroni – La scelta che abbiamo fatto è quella di rafforzare la prospettiva unitaria di Coop. Ci accingiamo a progettare insieme soluzioni innovative per Coop Italia e per il mercato distributivo italiano’. Pedroni, che ha 55 anni ed è di Montecchio, sostituisce Vincenzo Tassinari, che ha guidato Coop Italia per 25 anni.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet