RCF Group: il CDA approva i risultati 2011


REGGIO EMILIA 26 MARZO Il Consiglio di Amministrazione di RCF Group, società quotata sul segmento standard del mercatoMTA, specializzata nella progettazione, produzione e commercializzazione di prodotti e sistemiper l’Audio Professionale, la Sonorizzazione Pubblica ed il Lighting Professionale, ha approvato indata odierna il Bilancio consolidato e il Progetto di Bilancio di RCF Group S.p.A. al 31 dicembre2011.Il Fatturato consolidato ha registrato un incremento dell’1,7% raggiungendo 80,4 milioni diEuro (79,1 milioni di Euro nel 2010); ad una crescita del settore Audio del 5,2%, si ècontrapposta una flessione del settore Lighting Professionale (-23,2%).L’incremento dei ricavi consolidati a livello geografico ha interessato il mercato USA con unacrescita del 16,9% e i paesi del Resto del Mondo con un incremento del 5,3% (in particolar modonell’Asia, Africa ed Oceania). Grazie al mantenimento dei vantaggi competitivi, che consentonouna migliore posizione sui principali mercati internazionali, il Gruppo è stato in grado di cogliereal meglio le opportunità espresse dagli stessi. Sul mercato nazionale ed europeo il Gruppoconsolida i propri ricavi che risultano in linea con il 2010.Il Margine Operativo Lordo (EBITDA) consolidato si attesta a 6,1 milioni di Euro conun’incidenza sul fatturato pari al 7,6% (6,6 milioni di Euro nel 2010 con un’incidenza sulfatturato pari all’ 8,4%). Il settore Audio ha contribuito alla realizzazione dell’EBITDA per 9,9milioni di Euro, con una incidenza sul relativo fatturato del 13,5% (10,8 milioni al 31 Dicembre2010, con un’incidenza sul fatturato del 15,5%). La flessione della marginalità è stata originatasoprattutto dall’incidenza negativa della società SGM Technology for Lighting, oltre a componentistraordinari della società RCF USA Inc.Il Risultato Operativo (EBIT) ammonta a 0,6 milioni di Euro con un’incidenza sul fatturatodel 0,7% (3,2 milioni di Euro nel 2010 con un incidenza sul fatturato del 4,0%). L’aumento degliammortamenti, soprattutto immateriali, è prevalentemente dovuto all’incidenza della ricerca esviluppo, a conferma del forte orientamento del Gruppo nella ricerca di soluzioni innovative checonsentano di rafforzare il vantaggio competitivo rispetto ai principali player di settore. Inoltre,nel conto economico del 2011, hanno gravato svalutazioni per complessivi 1,7 milioni di euro,interamente riconducibili alla società SGM Technology for Lighting.La Perdita d’esercizio si attesta a 1,7 milioni di Euro (utile di 0,4 milioni di Euro nel 2010).La perdita è interamente dovuta alla negativa performance del settore Lighting (-3.8 milioni dieuro di cui 1,7 milioni di euro relativi a impairment test), solo parzialmente assorbita dall’utiledel settore audio, pari a 3,3 milioni di euro (al lordo dei costi non allocabili).La Posizione Finanziaria Netta del Gruppo al 31 dicembre 2011 è negativa per 31,2 milionidi Euro (negativa per 34,3 milioni di Euro al 30 settembre 2011).Il Free Cash Flow del periodo è negativo per 4,9 milioni di Euro (negativo per 5 milioni di Euro al31 Dicembre 2010). Sulla gestione operativa, positiva per 63 migliaia di Euro, ha influito sial’assorbimento di capitale circolante netto a sostegno della crescita, sia la dilazione delpagamento dei crediti commerciali.Gli investimenti al 31 dicembre 2011 in immobilizzazioni materiali e immateriali sono statipari a Euro 4,4 milioni, oltre a 0,2 milioni di Euro in azioni proprie, per un totale di Euro 4,6milioni (di cui 3,0 milioni di euro destinati alla ricerca e sviluppo).Nel corso dell’esercizio sono stati inoltre distribuiti dividendi per un ammontare pari a Euro 0,96milioni.Sulla base dei risultati dell’esercizio 2011, il Consiglio di Amministrazione ha deciso di nonproporre all’Assemblea degli Azionisti la distribuzione del dividendo.Arturo Vicari, Amministratore Delegato di RCF Group S.p.A., ha commentato:“I risultati ottenuti non sono pienamente soddisfacenti soprattutto per effetto di componentistraordinarie del settore luci, dove il mercato continua ad essere particolarmente difficile, e dellastruttura attiva nel mercato USA, attualmente in fase di riorganizzazione ed espansionecommerciale.Tutti i principali indicatori economici, indicano che l’attuale contesto di mercato, pur presentandoaspettative migliori rispetto al 2011, rimane caratterizzato da incertezza e da una scarsa visibilitàsul futuro della crescita economica. In questo scenario, il management continuerà a lavorare permigliorare ulteriormente la redditività complessiva del Gruppo e contemporaneamente valutaretutte le opportunità di crescita esterna e di partnership strategiche che si presenteranno.Il management di RCF Group continuerà inoltre ad investire nella ricerca di soluzioni innovative eall’avanguardia in grado di soddisfare, ma soprattutto anticipare, le esigenze dei propri clienti”. Evoluzione prevedibile della gestioneIn data 1° Febbraio 2012 RCF Group ha sottoscritto un accordo di cessione di assets con lasocietà Danese SGM Holding ApS (società non partecipata da RCF Group). L’accordo prevede,così come specificato dal comunicato stampa in pari data, un corrispettivo per la cessione pari a4,6 milioni di euro. Detto corrispettivo è così ripartito: 1,5 milioni di euro per i diritti di proprietàintellettuale, 1,4 milioni di euro per i progetti di ricerca e sviluppo ed 1,7 milioni di euro per iprodotti finiti. A seguito dell’accordo sottoscritto SGM Technology for Lighting SpA svolgeràunicamente l’attività di distribuzione in Italia e in Germania. Si prevede, pertanto, unridimensionamento delle perdite del settore Lighting.Il buon andamento degli ordinativi dei primi mesi dell’anno nel settore audio lascia intravedere lapossibilità di un miglioramento complessivo della marginalità.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet