Nuovi programmi per Artoni Moving Green e piena adesione al World Earth Day 2013


reggio emilia 25 aprile Un minuto per pensare alla terra e 10 semplici azioni quotidiane per vivere l’ufficio in modo green. Una pausa di riflessione che tutta la Artoni (complessivamente oltre 2000 addetti) ha osservato Lunedì 22 aprile per ribadire l’impegno che è di tutta l’azienda, a tutti i livelli, per puntare alla sostenibilità con un progetto articolato e proiettato nel futuro. Quattro anni fa Artoni ha iniziato un percorso green, installando pannelli fotovoltaici sui tetti dei magazzini dove si movimentano ogni giorno tonnellate di merci, che ha portato l’azienda due anni dopo ad ufficializzare la nascita del programma Artoni Moving Green.Per Artoni invitare tutti i collaboratori ad una riflessione sul valore di iniziative come la giornata mondiale della terra è un modo per diffondere un messaggio positivo: a piccoli passi si può fare; e oggi, in tutte le sedi operative sparse in Italia (sono 70) il messaggio è passato, tutti hanno dedicato un minuto a queste tematiche.Il programma Artoni Moving Green oggi non prevede solo l’utilizzo di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica, ma anche il riscaldamento dell’acqua utilizzata in azienda attraverso pannelli termo-elettrici, l’utilizzo di materiale riciclabili e 100% FSC per tutti i supporti di marketing, buste in plastica riciclabile per l’imballo dei documenti del servizio Artoni Expedit. Artoni sta inoltre promuovendo la fatturazione eco-sostenibile e la raccolta differenziata all’interno dei propri uffici che si unisce al riciclo di materiali di scarto dei magazzini quali carta, legno, plastiche.Nel 2009 grazie al programma Artoni Moving Green sono state risparmiate 227 tonnellate di CO2 che nel 2012 sono quasi raddoppiate: 414 tonnellate.La Giornata Mondiale della Terra viene festeggiata (dal 1970) ogni 22 aprile, precisamente un mese e due giorni dopo l’equinozio di primavera: una data non casuale, nell’auspicio della rinascita e della rigenerazione di un pianeta sempre più sofferente. Nato come movimento universitario, nel giro di pochi anni il World Earth Day è diventato un’occasione ufficiale, anche grazie alla partecipazione dell’ONU, che lo ha trasformato in un evento educativo e informativo sulle piaghe che colpiscono il nostro pianeta. L’inquinamento di aria, acqua, suolo, la distruzione di interi ecosistemi, l’esaurimento delle risorse rinnovabili, sono solo alcuni dei temi fondanti di una celebrazione che mira a rendere quotidiana, e globale, la cura per Madre Terra. La Giornata Mondiale della Terra è oggi riconosciuta in 192 paesi e in Italia è particolarmente seguita grazie a una serie di network partner dell’evento che operano nel campo della sensibilizzazione e della cooperazione.Per maggiori informazioni:www.earthdayitalia.orgwww.artoni.com

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet