CCIAA reggio emilia: INVESTIMENTI PER 5,1 MILIONI. CREDITO, COMPETITIVITA’ ED EXPORT NELLE PRIORITA’ D’INVESTIMENTO


reggio emilia 25 febbraio La Camera di Commercio di Reggio Emilia alza la quota degli investimenti riservati all’innovazione per la competitività delle imprese, destinando a questo capitolo quasi un quinto degli interventi economici previsti dal bilancio 2013.Su 5.103.000 euro complessivi, proprio le azioni per rafforzare la competitività del tessuto imprenditoriale reggiano assorbono infatti 1 milione di euro, 100.000 in più rispetto al 2012 e 600.000 in più sul 2011.“La prima voce dei nostri investimenti – spiega il presidente della Camera di Commercio, Enrico Bini – è tuttora rappresentata dagli interventi per favorire l’accesso al credito da parte delle imprese, con 1.250.000 euro che vanno ad aggiungersi all’anticipazione di 500.000 euro effettuata a seguito del terremoto del 2012 del bilancio”. “Una scelta – spiega Bini – dettata da una vera e propria emergenza finanziaria che riguarda sia la liquidità delle aziende che le risorse destinabili agli investimenti, alla quale però si accompagna, con cifre in costante crescita, una più incisiva azione sui fattori ai quali si può legare una ripresa che faccia leva su quell’innovazione (di processo, di prodotto, di reti commerciali, di mercati) senza la quale è improbabile uno stabile ritorno alla crescita”.“Nonostante la pesante situazione che continua a caratterizzare l’economia reggiana si rifletta in modo rilevante anche sul bilancio della Camera di Commercio – prosegue Bini – il Consiglio camerale ha deciso di mantenere sostanzialmente invariato l’impegno finanziario a favore del tessuto imprenditoriale reggiano, mettendo a disposizione sostegni di carattere straordinario (in parte anticipati con le operazioni legate al terremoto) che consentiranno di intervenire non solo su credito e competitività, ma anche su altri fattori decisivi per la nostra economia”.Proprio in quest’ambito, spiccano allora le risorse destinate all’internazionalizzazione, pari a 1.200.000 euro (una conferma rispetto al 2012), quelle legate alle azioni per lo sviluppo del territorio (promozione dell’economia locale, valorizzazione dei prodotti e delle risorse turistiche, marketing territoriale), pari anch’esse a 1.200.000 euro, e i fondi per la promozione della conoscenza finalizzata allo sviluppo d’impresa, con 350.000 euro. Altri investimenti riguardano poi la trasparenza delle relazioni tra imprese e imprese e cittadini (50.000 euro) e i sostegni per il ricorso alla conciliazione come strumento alternativo alla giustizia ordinaria (53.000 euro).

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet