Prati Group ha lanciato Hortus Woven: una innovativa piastrella da esterni


scandiano 24 maggio L’azienda Prati Group, che ha festeggiato da poco i 50 anni di vita, ha recentemente lanciato sul mercato un innovativo prodotto denominato Hortus Woven, che viene progettato e realizzato nella sede di Bosco di Scandiano. 
Sono piastrelle con cui si possono pavimentare gli spazi esterni con eleganza e originalità, non hanno bisogno di manutenzione, prevengono l’attacco di batteri o muffe, resistono alle intemperie e non subiscono deformazioni. 
Sono realizzate con un materiale da esterno che, con fantasia di colori e di combinazioni ispirate ai trend del momento, conferisce colore e originalità anche agli ambienti più semplici, arricchendo di personalità gli spazi all’aria aperta. 
L’applicazione è semplice grazie ad una tecnica di installazione innovativa che rende la vita più semplice.L’azienda
Prati Group produce e commercializza, attraverso i propri marchi LITHOS, FLOOVER e HORTUS, pavimenti in legno per esterni e pavimenti stratificati ad alta tecnologia per interni, spaziando dal legno alla gomma, dal laminato al pvc, dal sughero al linoleum, dalla vera pelle alla stampa digitale.
Tramite la divisione Prati Colori & Vernici, dedicata al mondo delle pitture, offre un’ampia gamma di soluzioni, prodotti e servizi per ogni tipo di esigenza nell’ambito delle rifiniture d’interni ed esterni.
Prati Colori & Vernici offre infatti sul mercato prodotti ad alto contenuto tecnologico destinati a specialisti nell’ambito di pitture, colori, vernici, decorativi, tessuti, carte d’arredo, protezione del legno e isolamenti termici.
Lo storico punto vendita di Reggio Emilia, oggi denominato Prati House, è stato completamente ristrutturato all’inizio di quest’anno con l’obiettivo creare un contesto in cui il cliente possa vivere un’esperienza sensoriale diretta con svariati materiali e scegliere i prodotti più confacenti alle sue esigenze.
Il fatturato del gruppo, che è costituit0 da 60 dipendenti e 55 collaboratori, raggiunge i 20 milioni di euro di cui il 30% proviene dal mercato internazionale.


Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet