INDUSTRIALI REGGIO EMILIA IL DOTTORATO DI RICERCA: MOTORE DI INNOVAZIONE PER LE IMPRESE


REGGIO EMILIA 24 APRILE Industriali Reggio Emilia, insieme a Club Meccatronica e Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, ha organizzato un seminario sui temi della ricerca e della collaborazione tra università e imprese attraverso lo strumento del Dottorato.Scopo dell’incontro, la presentazione alle imprese interessate delle possibilità offerte dalla Scuola di Dottorato in Ingegneria dell’Innovazione della nostra città, un mezzo concreto per favorire proficui scambi tra Università e imprese per la realizzazione di Dottorati di ricerca coerenti con le esigenze del mondo del lavoro.Sono intervenuti Cesare Fantuzzi, direttore della Scuola di Dottorato in Ingegneria dell’Innovazione, che ha presentato il percorso formativo e le competenze acquisite dagli studenti, e Emilio Ricchetti in rappresentanza della Fondazione Manodori, che sostiene economicamente la Scuola.Nel corso del seminario sono inoltre intervenuti alcuni giovani studenti delle Scuole di dottorato di Ingegneria dell’Innovazione Industriale e di Agraria, nonché alcune imprese che hanno partecipato alla realizzazione di dottorati di ricerca. Il Dottorato rappresenta il terzo e più alto ciclo dell’istruzione universitaria ed ha una durata triennale. Le Scuole di Dottorato di ricerca istituite presso l’Università sono aperte a giovani laureati italiani e stranieri e hanno l’obiettivo di formare ricercatori di elevata qualificazione da impiegare in strutture di ricerca sia di base che applicata, pubbliche o private.Le aziende interessate possono mettere a disposizione nuove borse di studio ed aumentare così il numero di dottorandi formati; in questo modo potranno disporre durante e al termine del dottorato di nuovi ricercatori capaci di affrontare con il supporto dell’Università i temi di ricerca di interesse delle imprese. Inoltre è possibile utilizzare l’Apprendistato in alta formazione per assumere un giovane laureato che sta svolgendo il dottorato di ricerca in uno dei numerosi corsi che hanno aderito alla sperimentazione promossa dalla Regione.“Potenziare le collaborazioni tra il mondo delle imprese e quello della ricerca è fondamentale, afferma Renato Brevini, Vice Presidente di Industriali Reggio Emilia con delega a Ricerca e Innovazione – e proprio per questo abbiamo messo a punto un programma biennale, nel quale questa iniziativa si inserisce, di seminari operativi sulle possibilità di incontro tra aziende e università. È essenziale far conoscere lo strumento del Dottorato di ricerca, innovarlo ed aprirlo alla società; solo così infatti potranno essere formati ricercatori e innovatori capaci davvero di trasferire conoscenza nell’industria. Crediamo molto in questo progetto e abbiamo già i primi risultati positivi: 5 nuovi contratti di ricerca tra università e imprese negli ultimi mesi”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet