ALEBRTO ALEOTTI CAMBIA LA CATENA DI CONTROLLO DI MENARINI


REGGIO EMILIA 22 FEBBRAIO Alla fine ha deciso: il reggiano Alberto Aleotti completata l’acquisizione dell’orientale Invida, che consentira’ al gruppo farmaceutico Menarini di affacciarsi su 13 Paesi del Far East, ha deciso di dare avvio a un processo di ristrutturazione societaria .Secondo MF, l’imprenditore Alberto Aleotti, ha deciso di accorciare la catena di controllo che prevede, partendo dalla cassaforte di famiglia Pharmafin, quattro livelli societari. Nei prossimi mesi verra’ avviato e il processo che portera’ alla fusione inversa delle cinque sub-holding Finalme, Toscofarma, Marfin, Farpi e Fimed nella capogruppo A.Menarini Industrie Farmaceutiche Riunite. Contestualmente, si procedera’ alla fusione per incorporazione in quest’ultima di 15 tra societa’ operative e finanziarie partecipate al 100%. Al termine di questa operazione, la famiglia Menarini si trovera’ a capo di una piramide molto semplice con in testa la super holding Pharmafin e sotto la A. Menarini Industrie Farmaceutiche Riunite.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet