INDUSTRIALI REGGIO EMILIA Le imprese incontrano la Ricerca


REGGIO EMILIA 21 FEBBRAIO Industriali Reggio Emilia, in collaborazione con il Club Meccatronica e l’Università di Modena e Reggio Emilia, ha organizzato il seminario “Le imprese incontrano la Ricerca: il Centro InterMech MO.RE e la ricerca nel settore della meccatronica nel Tecnopolo di Reggio Emilia”.Obiettivo dell’incontro la presentazione degli obiettivi e delle attività del Centro InterMech MO RE, la cui sede definitiva, vero e proprio centro di ricerca applicata nel settore della meccatronica, sarà per Reggio Emilia il Capannone 19 nell’Area “Ex Reggiane”.Nel corso dell’incontro, che ha visto anche la presentazione alle imprese interessate dei giovani ricercatori impegnati presso i Laboratori del Tecnopolo di Reggio Emilia, sono state illustrate le 5 linee di ricerca principali sviluppate da InterMech MO RE in ambito meccatronico: oleomeccatronica, materiali meccatronici, diagnostica e manutenzione meccatronica, sistemi elettronici industriali, controllo, interazione ed ottimizzazione di sistemi robotici e manifatturieri.Il seminario si inserisce in un programma a valenza biennale che prevede un ciclo di incontri operativi e visite per favorire la collaborazione tra le imprese e i laboratori di ricerca della Rete Regionale Alta Tecnologia. “Le iniziative promosse – ha affermato Renato Brevini, Vice Presidente di Industriali Reggio Emilia per la Ricerca e l’Innovazione nel saluto introduttivo – hanno lo scopo, specie per le imprese di maggiore dimensione, di rafforzare la collaborazione tra aziende e mondo della ricerca che ad oggi vede ancora pochi contratti di ricerca stipulati. Ciò dipende – ha proseguito Brevini – da una serie di ragioni, come le dimensioni delle imprese e la difficoltà di trovare gli interlocutori giusti, che noi vogliamo contribuire con determinazione a rimuovere a partire dall’utilizzo sempre più diffuso delle agevolazioni del credito d’imposta per attività di ricerca esterna.Nel concludere il seminario, il Presidente del Club Meccatronica Aimone Storchi ha ricordato invece l’importanza di questa nicchia del sistema produttivo locale che coinvolge quasi trecento imprese: “La meccatronica è per noi un tema strategico, in quanto siamo convinti che le tecnologie e le soluzioni meccatroniche cambieranno i prodotti e i processi produttivi assicurando maggiori prestazioni, maggiore sicurezza e maggior efficienza. Non a caso -ha precisato Storchi- l’Amministrazione Comunale di Reggio Emilia ci ha incaricato di definire il progetto di sviluppo della “Meccatronica” collegato al progetto di trasformazione dell’area “Ex Officine Reggiane” del futuro Parco della conoscenza, innovazione e creatività attorno al nuovo Tecnopolo.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet