DOPO GLI STATI GENERALI SUL WELFARE, IN CAMERA DI COMMERCIO REGGIO EMILIA SI PARLA DI MUTUALITA’ E COMUNITA’


REGGIO EMILIA 21 OTTOBRE Dopo gli “Stati generali” del 12 ottobre scorso, il confronto sul welfare del futuro torna alla ribalta a Reggio Emilia con il seminario su “Promuovere le comunità attraverso la mutualità” in programma nell’Aula Magna della Camera di Commercio in via Crispi 3.L’iniziativa – che si terrà martedì 25 ottobre e per la quale gli interessati sono chiamati ad iscriversi al più presto – è promossa congiuntamente da Unioncamere Emilia Romagna e Forum Terzo Settore Regionale, “nell’ambito di un protocollo di intesa – sottolinea il segretario generale della Camera di Commercio, Michelangelo Dalla Riva – sottoscritto due anni fa per dar vita ad una partnership in grado di supportare l’azione del Terzo Settore e di offrire nuove risposte alle comunità locali”.L’incontro promosso nella nostra città è il secondo di un ciclo di tre incontri informativi e formativi dal titolo: “Il valore economico e sociale del Terzo settore”, che si pone di alimentare il dibattito su tematiche emergenti e strategiche per il futuro del Terzo Settore. La prima parte della mattinata sarà dedicata allo studio e all’approfondimento del tema della mutualità con esperti di carattere nazionale e internazionale, mentre la seconda sessione sarà incentrata sulle principali esperienze attive nella nostra regione. I lavori saranno aperti proprio dal segretario generale della Camera di Commercio di Reggio Emilia, Michelangelo Dalla Riva, cui seguiranno gli interventi di Ugo Girardi, Segretario Generale Unioncamere Emilia-Romagna, e Giovanni Melli, Portavoce Forum Terzo Settore Emilia-Romagna.A seguire, le relazioni di Grazia Labate, ricercatore in economia sanitaria all’Università di York (Necessità e opportunità di un sistema di integrazione sanitaria pubblico-privata”), Placido Potzolu, presidente della Federazione Italiana Mutualita Integrativa Volontaria e Cristina Ugolini dell’Università di Bologna (“Sanità integrativa e fondi sanitari: la situazione in Italia”), Pio Serritelli, presidente della cooperativa regionale Vivere (“Un progetto mutualistico per l’Emilia-Romagna”), e Raul Cavalli, presidente della Fondazione Easy Care “L’esperienza Prontoserenità per un welfare territoriale, mutualistico ed aziendale).Delle politiche della Regione Emilia Romagna in ambito sanitario parlerà poi l’assessore regionale alle Politiche per la Salute, Carlo Lusenti, cui saranno affidate le conclusioni dopo il dibattito.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet