Borghi nuovo vicepresidente della Banca Popolare di Verona – S. Geminiano e S. Prospero


reggio emilia 20 aprile FARE CONFUSIONE è SEMPRE PERICOLOSO. GIANNI BORGHI, presidente della Fondazione Manodori che ha partcipato all’aumento di capitale del Banco popolare di Verona non è stato eletto Vice presidente del Banco Popolare ma più semplicemente della controllata Banca Popolare di Verona – S. Geminiano e S. Prospero di cui era già consigliere.L’Assemblea ordinaria della Banca Popolare di Verona – S. Geminiano e S. Prospero (Gruppo Banco Popolare), riunitasi oggi, ha nominato Gianni Borghi, già Consigliere di amministrazione, come nuovo Vice Presidente Vicario. In Consiglio entra, inoltre, un nuovo componente, Paolo Ferrari, che rimarrà anch’egli in carica per il prossimo biennio, fino all’approvazione del Bilancio dell’esercizio 2012.Gianni Borghi, classe 1940, è nato a Reggio Emilia e ha conseguito la laurea in Economia e Commercio presso l’Università di Bologna. Contemporaneamente agli studi, nel 1959, inizia la sua attività presso Lombardini Motori come tecnico di produzione. Percorre tutta la sua carriera nella società, accompagnandone anche la crescita internazionale, fino a diventare Amministratore Delegato e Presidente della Lombardini Srl. E’ stato Presidente dell’Associazione Industriali di Reggio Emilia. E’ Presidente della Fondazione Manodori di Reggio Emilia. Consigliere di amministrazione della BPV-SGSP dal 2007, oggi ne diventa Vice Presidente Vicario subentrando a Gian Carlo Vezzalini, figura di grande rilievo per il Banco S.Geminiano e S.Prospero, di cui ha fatto parte dal 1994 quando fu eletto Presidente dello storico Istituto modenese. Paolo Ferrari, classe 1946, è nato a Modena dove risiede. Laureato in Scienze Agrarie presso l’Università di Bologna, oggi svolge nella sua città l’attività di libero professionista agronomo e di consulente di Tecnica Economica e Agraria.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet