Eukedos S.p.A. approvato il progetto di bilancio 2012 e bilancio consolidato


reggio emilia 2 maggio Il Consiglio di Amministrazione di Eukedos S.p.A. ha esaminato ed approvato il progetto di bilancio di esercizio al 31 dicembre 2012 e il bilancio consolidato al 31 dicembre 2012.Ecco i dati di sintesi Valore della produzione consolidato: 85,2 milioni di Euro, rispetto a 82 milioni di Euro del 2011 (61,7 milioni di Euro il valore della produzione riesposto che tiene conto della variazione del perimetro di consolidamento) Margine Operativo Lordo consolidato: positivo per 16,7 milioni di Euro (rispetto a Euro 80 mila negativi del 2011) Margine Operativo Netto consolidato: positivo per 8,5 milioni di Euro, rispetto al dato negativo pari a 25,4 milioni di Euro del 2011 Utile netto dell’esercizio del gruppo: pari a 13,6 milioni di Euro, rispetto alla perdita consolidata pari a 47,2 milioni di Euro del 2011 Posizione finanziaria netta consolidata: 43,6 milioni di Euro, in forte miglioramento rispetto ai 80,7 milioni di Euro di fine 2011.Continuità aziendale: In considerazione dell’andamento delle società controllate nel corso dell’esercizio in rassegna e del riequilibrio della posizione finanziaria netta, quale conseguenza dell’omologa del concordato preventivo, gli Amministratori ritengono che il Gruppo disporrà di adeguate risorse che consentiranno la normale operatività per un arco di tempo di almeno dodici mesi. Conseguentemente, il bilancio consolidato annuale è stato redatto sulla base del presupposto della continuità aziendale. Gli Amministratori ritengono, pertanto, che i flussi di cassa della gestione corrente siano sufficienti a fare fronte all’intero fabbisogno finanziario per i prossimi 12 mesi.DELTA MEDLa società Delta Med S.p.A. ha realizzato un valore della produzione di euro 16,3 milioni (15,8 milioni del 2011), con un Margine Operativo Lordo di euro 3,7 milioni (3,4 milioni nel 2011) ed un Margine Operativo Netto di euro 2,4 milioni (2,2 milioni nel 2011), registrando pertanto un risultato in crescita rispetto all’esercizio precedente esercizio soprattutto in valore assolutoNel corso dell’esercizio la società Delta Med S.p.A. ha avviato la produzione con un’importante multinazionale, il cui fatturato si manifesterà con le prime consegne del mese di maggio 2013. Vengono confermati, nonostante la difficile congiuntura economica, gli stessi indicatori di performance, ovvero la marginalità lorda e netta rispetto al fatturato, a testimonianza di come la società riesca a mantenere la propria posizione di mercato senza adottare politiche di prezzo che potrebbero portare ad una erosione della marginalità percentuale.ICOS IMPIANTI GROUPAl 31 dicembre 2012 Icos Impianti Group S.p.A. e la controllata diretta Icos Colussi France hanno registrato un valore della produzione di euro 12,2 milioni, con una crescita a doppia cifra (+17%) rispetto al precedente esercizio, con un Margine Operativo Lordo in miglioramento ad euro 1,1 milioni, che rappresenta il 10% del fatturato. Risultati che si confrontano con un Margine Operativo Lordo al 31 dicembre 2011 che si era attestato ad euro 166 mila e, quindi, una marginalità percentuale sui ricavi del 2%. Sul risultato ha inciso la ripresa dell’attività conseguente allo “stand still” di fatto concesso dalle banche che ha permesso il raggiungimento di un riequilibrio finanziario e quindi la possibilità di acquisire nuovi ordini. Situazione che si è riflessa nell’incremento del fatturato e, quindi, in un miglior assorbimento dei costi fissi, con incremento significativo della marginalità non solo in valore assoluto ma in percentuale ai ricavi.Il margine operativo lordo è inoltre stato positivamente influenzato dalla concessione in affitto del ramo d’azienda relativo alla divisione catering della società, che ha permesso la riduzione del costo del personale. Gli Amministratori ritengono altamente probabile la cessione della partecipazione entro la chiusura dell’esercizio 2013, in considerazione dello stato di avanzamento delle trattative in corso con i potenziali acquirenti e, conseguentemente, hanno riclassificato le attività e le passività afferenti la Icos Impianti Group S.p.A. e la Icos Colussi France rispettivamente tra le “Attività destinate alla vendita” e le “Passività destinate alla vendita”. Tale cessione conferma inoltre quanto previsto nel Piano Industriale sottostante la proposta concordataria che prevedeva una graduale cessione delle attività cosiddette industriali con una focalizzazione nell’Area Care.EUKEDOS

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet