Buoni risultati per Andria cooperativa di abitanti


CORREGGIO 2 APRILEAndria cooperativa di abitanti di Correggio ha presentato nel Consiglio d’amministrazione del 27 marzo l’approntamento del bilancio d’esercizio 2012, i cui dati verranno sottoposti all’approvazione nella prossima assemblea dei Soci che verrà convocata a termini di legge.In questo momento congiunturale difficile, carico di apprensioni e nel quale la parola speranza non viene quasi mai evocata, ci sembra utile fornire i risultati della nostra attività, che sono il frutto di un impegno assunto con la dedizione e la passione che abbiamo acquisito nel vivere e lavorare in questo territorio.Nel 2007 Andria aveva intitolato il Piano Poliennale “C’era ancora il sole quando Noè costruì l’Arca”. Era una chiara presa di coscienza che il ciclo espansivo del mercato immobiliare era durato a lungo e che presto sarebbe entrato in crisi.Quel che sta succedendo è enormemente più grande di una crisi del settore immobiliare e investe tutta l’economia. Ma aver costruito ”l’Arca” prima del diluvio sta permettendo ad Andria di lavorare in una situazione di equilibrio economico e finanziario, e permette al Consiglio di Amministrazione di approntare un bilancio da proporre all’approvazione dell’Assemblea con numeri assolutamente positivi.Il 2012 si chiude con un valore della produzione di 12.628.476 euro con un utile netto superiore ai 700.000 euro e una gestione finanziaria in attivo. Il patrimonio supera i 33.000.000 euro. Questi risultati sono anche il frutto di ricerca e di innovazione delle tipologie abitative e di un attento lavoro di accompagnamento delle famiglie.24 famiglie hanno avuto mutui agevolati frutto di convenzioni stipulate da Andria con le Banche.32 famiglie hanno ottenuto dalla Regione finanziamenti a fondo perduto per l’acquisto della prima casa.Non mancano i problemi indotti dalla crisi economica generale, dalla crisi del settore delle costruzioni, dalla difficoltà che le famiglie incontrano ad assumere impegni senza certezze.Nonostante queste difficoltà i lavori procedono e nel corso del 2013 verranno stipulati 50 rogiti. Questa situazione di equilibrio e il gradimento che i soci continuano ad attribuire alle proposte abitative di Andria hanno permesso di stilare un budget 2013 che prevede un mantenimento del monte lavori e il conseguimento di un risultato positivo.Per il futuro si stanno approntando nuovi progetti, per dare risposta ai tanti giovani che si rivolgono alla cooperativa, anche attraverso l’utilizzo di nuovi materiali e nuove tecnologie che esaltano gli aspetti eco-consapevoli.Si sono anche avviati i lavori per realizzare 10 appartamenti da destinare all’affitto per famiglie deboli a canoni concordati.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet