Brevini Power Transmission: il 5 ottobre OPENING dei nuovi Headquarters a Reggio Emilia.


REGGIO EMIILIA 2 OTTOBRE La costante ricerca della massima competitività sui mercati mondiali ha spinto la Brevini Power Transmission a investire risorse molto rilevanti, in più di 50 anni di attività industriale in Italia e all’estero, per creare e sviluppare unità produttive e spazi per gli uffici.La nuova sede centrale Brevini Power Transmission a Reggio Emilia si inserisce in questa linea di crescita e guarda al futuro: è la “fabbrica del futuro”.I nuovi headqurters BrevinI power Transmission si sviluppano su una superficie totale di 83.000 m2 di cui 33.000 m2 coperti.L’area uffici copre 8.000 m2 e al suo interno si trovano 101 uffici, 29 sale riunioni, dedicate ai grandi musicisti e 1 spazio dedicato alla ristorazione aziendale di 420 m2 .L’area produttiva copre 15.000 m2 e linee di produzione al suo interno sono state pensate per lavorare al meglio migliorando qualità e produttività (120mila riduttori l’anno con un margine di ulteriore espansione del 30-40%) agendo secondo il Brevini Manufacturing System, l’adattamento alle esigenze del mondo Brevini dei principi della Lean production.Sono serviti sette anni per arrivare alla posa della prima pietra del nuovoquartier generale della Brevini Power Transmission.Oggi, grazie alla tenacia della famiglia Brevini, è diventato realtà il sogno di dare un segnale concreto di fiducia piena nelle maestranze che a tutti i livelli operano nel polo produttivo di Reggio Emilia (oltre 600 addetti su 1500 del gruppo Brevini Power Transmission) e fiducia nel Sistema Paese Italia.La famiglia Brevini vuole dare un segnale concreto di attenzione allo sviluppo del territorio reggiano e ha investito nei nuovi headquarters 30 milioni di euro.Lo stabilimento e l’unità direzionale di Reggio Emilia sono stati completati nel mese di Gennaio 2012.Il primo riduttore uscito dalle innovative linee del nuovo stabilimento porta la data del 10 Gennaio 2012. Un giorno importante per tutta la Brevini Power Transmission che nell’arco di pochi mesi si è “riunita” nel nuovo modernissimo headquarters.La “fabbrica del futuro” è posizionata a due passi dal nuovo cuore pulsante di Reggio Emilia. L’Area Nord che comprenderà il Tecnopolo dedicato alla Meccatronica, la nuova stazione Medio Padana dell’Alta Velocità, il casello autostradale e i ponti disegnati dall’architetto spagnolo Calatrava.L’OPENING 5-6 OttobreL’international meeting biennale Brevini Power Transmission 2012 è in programma il 3 e 4 ottobre. In due sessioni full immersion di lavoro sui nuovi scenari di mercato i manager del gruppo metteranno a punto le strategie di sviluppo su scala globale per i prossimi anni.Sarà l’anteprima per l’Opening, la giornata inaugurale dei nuovi Headquarters a Reggio Emilia in programma venerdì 5 ottobre dalle 10,30.Dopo il taglio del nastro e la benedizione sarà il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi a dare il benvenuto con un videomessaggio ai circa 500 invitati che arriveranno a Reggio Emilia da tutto il mondo.In occasione dell’Opening il presidente del gruppo Renato Brevini ha invitato per una riflessione corale sul futuro l’economista Marco Fortis (vice presidente della Fondazione Edison) che in video conferenza affronterà con il giornalista Stefano Catellani i temi caldi del momento insieme al panel dei relatori che parteciperanno all’Opening : il prof Francesco Caselli (London School of Economics), Pietro Modiano (presidente di Nomisma), Maurizio Marchesini (presidente Confindustria Emilia Romagna).Il tema “Dimensione Futuro” è la traccia guida anche per il Company Profile 2012 del gruppo che contiene una sessione fotografica che visualizza la costruzione dell’headquarters di Reggio Emilia da Green Field alla piena operatività.Sabato 6 ottobre, sempre dalle 10,30, è in programma una giornata “Porte Aperte” che consentirà ai dipendenti e alle loro famiglie di toccare con mano il risultato del progetto lanciato ormai sette anni fa e lungamente atteso prima entrare nella fase di realizzazione.Sarà l’occasione per vedere da vicino le nuove potenti isole di lavoro che sono l’ossatura portante di uno stabilimento che ha riunito in un solo edificio ispirato ai criteri della sostenibilità la rete di stabilimenti (fino a 10) che Brevini Power Transmission nel suo processo di crescita aveva creato intorno alla sede storica di via Degola al villaggio Crostolo.L’accorpamento “sotto un unico tetto” di tutte le attività ha permesso in ambito lavorazioni meccaniche di ottenere una notevole velocizzazione dei flussi operativi con il conseguenteincremento della capacità produttiva in termini di volumi. Attraverso progetti di 5S su ogni singola area di reparto è migliorata l’organizzazione. L’introduzione delTPM (Total Productivity Maintenace), che ha consentito di rivedere l’organizzazione di ogni cella operativa riducendo i “set-up” di macchina. Il lead time è sceso del 40% e nuovi ambiziosi traguardi sono a portata di mano.SCHEDA INFORMATIVABrevini Power Transmission Fondata a Reggio Emilia nel 1960 da Renato, Luciano e Corrado Brevini, si posiziona tra le prime dieci aziende al mondo nel settore dei riduttori epicicloidali e delle trasmissioni meccaniche, grazie a quote di mercato crescenti nelle applicazioni industriali (siderurgia, macchine per la plastica, movimentazione materiali) e nei sistemi innovativi come i generatori eolici, gli impianti per il riciclaggio dei rifiuti e nella generazione di energia. Nel 2011 Brevini Power Transmission ottiene un fatturato consolidato di 310 milioni (+ 21% sul 2010). La quota di export è in crescita, grazie alle sinergie con la controllata tedesca PIV Drives e alla rete commerciale di 24 filiali. Brevini Power Transmission ha sede a Reggio Emilia, è articolata su 5 unità produttive (3 in Italia, 1 in Germania e 1 in Cina) con 1.200 addetti che per il 58% operano stabilmente all’estero.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet