“INDUSTRIE EMILIANE UNITE”: LA SCOMMESSA DI CNA PER LE AZIENDE MEGLIO STRUTTURATE


REGGIO EMILIA 19 NOVEMBRE Dopo la felice esperienza di CNA Industria, CNA Reggio Emilia rilancia il suo impegno per le aziende meglio strutturate con un nuovo importante progetto. Si chiama Industrie Emiliane Unite e si propone di essere la nuova casa dell’industria reggiana, capace di offrire opportunità mirate nell’ambito del mercato dell’innovazione e della consulenza strategica, unite a un’adeguata rappresentanza. Il nuovo raggruppamento associa già 1.049 imprese e altre sono in procinto di unirsi. “Questo nuovo grande progetto di sviluppo dell’associazionismo imprenditoriale dedicato in particolar modo alle medie e piccole imprese industriali – spiega il presidente di CNA Reggio Emilia Tristano Mussini – porterà allo sviluppo di un’esperienza pilota in Italia che farà fatto scuola nel panorama associativo dell’industria privata, dando il giusto protagonismo a quella parte di industria che costituisce l’ossatura del sistema produttivo italiano, senza essere necessariamente multinazionali. E’ la risposta alla necessità di ridurre la frammentazione oggi esistente nel mondo della rappresentanza: l’obiettivo è rappresentare i diversi interessi per come si sviluppano sul territorio, per le loro caratteristiche e anche per le contraddizioni che il sistema delle imprese ha al proprio interno. E’ un passo coraggioso verso il futuro da compiere adesso”. Il primo atto di Industrie Emiliane Unite è stata l’elezione del suo presidente nella persona dell’ingegner Carlo Intermite della Stemac, esperto di studi di fattibilità economico finanziari, di consulenza TQM, Total Quality Management, di certificazioni Ecolabel, e del miglioramento dei processi produttivi. Durante l’incontro è stato eletto inoltre il nuovo direttivo di CNA Industria. Rappresentanza, consulenza strategica e competenze per risolvere i problemi aziendali sono gli elementi cardine di Industrie Emiliane Unite, concretizzati grazie all’intervento di esperti del settore capaci di indirizzare al meglio l’imprenditore. Il progetto affonda le sue radici nell’esperienza di CNA Industria che negli ultimi anni ha lavorato per favorire lo sviluppo e l’incremento della capacità competitiva. “Il lancio di questo nuovo grande progetto dedicato alle industrie più robuste – aggiunge Mussini – è un altro chiaro segnale della nostra volontà di vivere la crisi come un’opportunità di crescita, disposti a rivedere i nostri paradigmi facendo tesoro delle positive esperienze passate per guardare il futuro dritto negli occhi. Nasce la nuova Casa dell’Industria reggiana che presto avrà anche una sede fisica a nord della città”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet