re 17/5/2012Nonostante la crisi, Art Lining soddisfatta per i risultati 2011


S.ILARIO D’ENZA 17 MAGGIO Si è svolta a S. Ilario d’Enza l’assemblea di bilancio 2011 della cooperativa Art Lining che si occupa di produzione di interni per cravatte. Il presidente Roberto Ferrari ha presentato il bilancio di esercizio 2011, che chiude con un piccolo risultato d’esercizio, ma di grande valore.Il 2011 e’ stato un anno caratterizzato da un significativo aumento dei costi delle materie prime che hanno ridotto i margini di contribuzione ed è solo grazie a un considerevole aumento delle vendite (pari al 21%) che si è riusciti a far si che il bilancio rimanesse sostanzialmente in equilibrio, risultato di grande prestigio, considerando la forte crisi epocale che sta attraversando il paese, ma in particolare il settore tessile. La cooperativa che ha chiuso così il suo terzo anno di attività e’ riuscita a incrementare il proprio fatturato con l’inserimento di nuove griffe(Brioni, Kenzo, Fendi), ancora una volta grazie alla strategia di offerta del proprio prodotto di alta qualita’ verso una clientela di massimo prestigio internazionale. Per il 2012 la situazione economica del paese non lascia intravvedere grandi prospettive, pertanto la cooperativa – determinata più che mai nella valorizzazione del capitale umano per la difesa del posto di lavoro di tutti i dipendenti – ha mantenuto gli stessi obiettivi del 2011 per mantenere così invariata la propria stabilità finanziaria. Ricordiamo che Art Lining è stata la prima cooperativa reggiana protagonista di un progetto di “workers buyout”, che ha visto i dipendenti di una azienda fallita costituirsi in cooperativa.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet