BREVINI FLUID POWER: Inaugurazione nuovo stabilimento della controllata OT Oil Technology (Pr)


reggio emilia 16 ottobre 2012 Il piano di sviluppo lanciato dal gruppo Brevini Fluid Power di Reggio Emilia segna una nuova tappa: l’inaugurazione del nuovo stabilimento della controllata OT Oil Technology a Bianconese nel parmense . Nell’anno del “decennale” (OT Oil Technology è nata nel 2002 a Noceto -Pr) la nuova unità produttiva OT Oil Technology è la base per puntare “al raddoppio”. “L’integrazione di OT Oil Technology nel gruppo Brevini Fluid Power (è entrata nel gruppo Brevini Fluid Power nel 2009) – commenta Vito Bonafede, amministratore delegato Brevini Fluid Power- ha già dato risultati positivi ma cresceremo ancora attivando sinergie a 360° partendo dalle filiali e dalla ricerca e sviluppo. Sinergie che porteranno in breve il fatturato di gruppo a 150 milioni di euro”.Lo stabilimento è progettato per portare la produzione da 55.000 a oltre 120.000 pompe nell’arco di tre anni mantenendo importanti margini per ulteriori sviluppi produttivi.“E’ un segnale di fiducia per chi crede che il Made in Italy è ancora una carta vincente. Di fatto abbiamo triplicato lo spazio (1.500 metri quadrati di area produttiva, un capannone alto 8 metri e 200 metri quadrati di uffici) per rispondere ai piani di sviluppo al 2015 e oltre che abbiamo lanciato” spiega Fabrizio Cattani amministratore delegato di OT Oil Technology.E’ uno spazio moderno e attrezzato per rispondere alle nuove sfide che porteranno OT Oil Technology verso un consistente ampliamento della gamma prodotti.“I nostri piani di sviluppo puntano su nuove pompe completamente in ghisa per applicazione heavy duty nel settore mobile (machine agricole e movimento terra). Svilupperemo pompe molto più silenziose in tutta la gamma e stiamo avviando un piano di lavoro per realizzare nuove pompe a ingranaggi interni basate sulla grande esperienza maturata dal nostro team in questo settore” spiega Andrea Gorrara consigliere OT Oil Technology.La OT Oil Technology che dal 2009 è controllata al 70% da Brevini Fluid Power (mantengono quote del 15% Fabrizio Cattani e Andrea Gorrara). Nel 2011 ha fatturato 2,9 milioni di euro con l’export al 70%. La proiezione 2012, nonostante le turbolenze dei mercati di riferimento, punta a un fatturato di 3,3 milioni e quindi al giro di boa delle 60mila pompe prodotte.Gli addetti sono una dozzina e potrebbero raddoppiare entro il 2015 quando il fatturato salirà a 7,5 milioni di euro.Il consiglio di amministrazione di OT Oil Technology è guidato dal presidente Renato Brevini che è affiancato da Loris Saccani, Mirko Campaldi, Andrea Gorrara e Fabrizio Cattani.L’INAUGURAZIONEL’inaugurazione del nuovo stabilimento Brevini Fluid Power che è localizzato nell’hinterland di Parma in via Romitaggio 23 a Bianconese, a due passi dalla tangenziale Parma-Fidenza è programmata a Bianconese (Pr) il 19 ottobre dalle 16,30. Sono previsti interventi di Renato Brevini, presidente del Brevini Group e di OT Oil Technology, Vito Bonafede, amministratore delegato di Brevini Fluid Power e Fabrizio Cattani, amministratore delegato di OT Oil Technology.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet