BUON BILANCIO PER PRECOLLEZIONI ALLE FIERE DI REGGIO EMILIA


REGGIO EMILIA 15 LUGLIO Più che in una fiera sembrava di essere in una sorta di macchina del tempo puntata sul futuro della moda. E più precisamente, sulla collezione autunno inverno 2012-2013. Precollezioni, che si è appena chiusa alle Fiere di Reggio Emilia, ha infatti messo in mostra per gli addetti ai lavori quelli che saranno i tessuti che detteranno la tendenza per la prossima stagione invernale. E a guardare, osservare e capire sono venuti gli stilisti, i designer, i cool hunters delle più importanti maison di moda italiane: tra gli altri, hanno visitato la manifestazione Armani, Gucci, Ferragamo, Liu Jo, Gaudì, Guess, Blue Marine e tutte le firme del gruppo Max Mara. A confermare quanto Precollezioni sia diventata una manifestazione fondamentale, non solo la presenza di molte delle maison più importanti, ma anche i numeri, che hanno visto un significativo aumento dei visitatori accreditati e degli espositori provenienti da tutta Europa ed anche dai Paesi extra Ue.Per quanto riguarda il dato più tecnico, da Precollezioni sono emerse le tendenze per la collezione autunno/inverno 2012-2013: per i tessuti (a Precollezioni vengono presentati quelli e non i prodotti confezionati), è confermato il ritorno ai tessuti naturali, come la lana, dopo anni in cui invece avevano fatto tendenza sintetici e tecnici. Si è notata anche una tendenza a prediligere tessuti come la seta o il misto seta-viscosa. Per quanto riguarda la stampa, invece, si assiste ad un ritorno dei disegni piccoli, con temi e caratteristiche che riportano agli stili degli anni ’60 e ’70. Materiali naturali anche per gli accessori, come legno, osso e cocco, senza però che perda colpi la plastica. Per quanto riguarda stili e colori, anche per gli accessori si assiste ad una buona rivoluzione creativa, con una tendenza al vintage che riporta alla memoria indietro persino agli anni ’30.“Siamo molto soddisfatti di questa edizione di Precollezioni – ha dichiarato Angelo Tagliavini di Amt srl, la società di servizi che organizza la kermesse – perché ha confermato quella sensazione di ottimismo legata alla ripresa del settore della moda, e ci ha confortato sul fatto che il Made in Italy è ancora un valore fondamentale. Il fatto di aver ricevuto la visita delle più importanti maison italiane conferma anche che Precollezioni è ormai un appuntamento imprescindibile per il fashion italiano che trova nella proposta di tessuti e accessori di questa manifestazione, nella sua collocazione temporale nel calendario e nella sua location geografica elementi fondamentali per pianificare la collezione che verrà”.Con Precollezioni si chiude la prima parte del calendario fieristico reggiano del 2011. Il prossimo appuntamento alle Fiere di Reggio Emilia sarà dal 1 al 9 ottobre con Casa & Tavola: la fiera più amata dai reggiani tornerà quest’anno con un’edizione piena di novità per far ripartire, come di consueto, la seconda parte del calendario.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet