LANDI RENZO STACCA LA CEDOLA


REGGIO EMILIA 15 MARZO Il Consiglio di Amministrazione di Landi Renzo , impianti GPL e metano per auto(quotata in Borsa), riunitosi oggi sotto la presidenza di Stefano Landi, ha approvato il progetto di bilancio di esercizio e il bilancio consolidato al 31 dicembre 2010 che evidenzia un fatturato pari a 302,4 milioni di euro, in crescita dell’11,7% rispetto al 2009 (270,8 milioni di euro)grazie al forte incremento registrato in tutti i mercati esteri e in particolare in Asia Sud Occidentale (+188%), America (+60%) e Resto del Mondo (+59%). Il Gruppo registra un utile netto pari a 19,5 milioni di euro, in diminuzione del 12,5% rispetto al 2009(22,2 milioni di euro), anno nel quale si sono registrati benefici fiscali straordinari.Il Consiglio ha deliberato di proporre all’Assemblea degli Azionisti (22 aprile) la distribuzione di un dividendoordinario pari a 0,055 Euro per azione (al lordo delle ritenute di legge), per complessivi 6.187.500 di euro(stacco della cedola n. 4 in data 23 maggio 2011, pagamento a partire dal 26 maggio 2011).Secondo i vertici della Landi Renzo il 2011 sarà caratterizzato dal forte sviluppo dei mercati asiatici e dall’avvio di quellostatunitense, che compenseranno il calo del mercato europeo, in particolare di quello italiano.Per quanto riguarda la prevedibile evoluzione della gestione, basandosi sull’andamento del secondosemestre 2010 e tenendo conto dell’attuale trend, per il 2011 sono previsti risultati sostanzialmenteallineati a quelli conseguiti nell’anno 2010 sia in termini di fatturato che di EBITDA margin.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet